Cronaca
Calolzio

Il Comune raccoglie tappi di plastica a favore della Fondazione Malattie del Sangue

L’intero ricavato verrà destinato a  progetti di ricerca biologica e genetica.

Il Comune raccoglie tappi di plastica a favore della Fondazione Malattie del Sangue
Cronaca Valle San Martino, 16 Giugno 2021 ore 09:43

Il Comune raccoglie tappi di plastica a favore della Fondazione Malattie del Sangue. L’amministrazione comunale di Calolziocorte  diretta dal sindaco Marco Ghezzi ha infatti iniziato a realizzare un progetto di “Raccolta tappi” di plastica e l’ha proposto in questi giorni a tutti gli istituti scolastici e alle parrocchie del territorio comunale, oltre che ai propri uffici comunali e servizi (biblioteca, Centro diurno disabili, scuole dell’infanzia ecc.). La raccolta andrà a favore di FMS Onlus (Fondazione Malattie del Sangue), reparto di Ematologia dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda. L’intero ricavato verrà destinato a  progetti di ricerca biologica e genetica.

Il Comune raccoglie tappi di plastica a favore della Fondazione Malattie del Sangue

"I livelli attuali della raccolta permettono di finanziare un contratto annuale per un biologo genetista dedicato agli studi su alcune malattie del sangue nel Laboratorio di Ricerca dell’Ematologia del Niguarda - spiegano il sindaco Ghezzi e l'assessore ai Servizi sociali Tina Balossi -  Nel 2020 sono state raccolte 107,4 tonnellate di tappi di plastica.  Il Comune di Calolziocorte fornirà agli enti partecipanti i contenitori e i sacchi per la raccolta e la Protezione civile provvederà al ritiro programmato, con tempi e modi concordati".

Inoltre il Comune fornirà le locandine che illustrano le finalità della raccolta da esporre presso i contenitori e le strutture e farà pervenire ai partecipanti, circa una volta l’anno, un report sull’andamento della raccolta.

"Hanno già assicurato la loro partecipazione l’Istituto comprensivo di Calolziocorte, l’Istituto superiore L. Rota, l’Istituto scolastico C. Cittadini, alcune delle Parrocchie calolziesi. L’intenzione è di avviare la raccolta nelle scuole all’inizio del prossimo anno scolastico e per gli altri enti aderenti dal prossimo mese di luglio  - aggiungono Balossi e Ghezzi -  Altri soggetti e realtà potranno anche aderire in seguito alla raccolta e saranno benvenute. Infatti, oltre al valore della solidarietà insito nell’iniziativa (che interesserà per primi i cittadini più giovani) e a quello di tipo ecologico-ambientale (per il riciclo dei materiali), va anche sottolineato  il significato positivo della collaborazione e della disponibilità di enti e organizzazioni diverse che, aderendo, danno prova di sensibilità e di unità d’intenti per uno scopo sociale".