Menu
Cerca
Incredibile

Hanno il Covid ma vogliono uscire di casa: il sindaco chiede l’intervento dei Carabinieri

De Capitani: "Per alcuni residenti ho disposto il controllo della quarantena da parte dei carabinieri visto che stanno talmente bene di salute da cercare perfino  di uscire di casa"

Hanno il Covid ma vogliono uscire di casa: il sindaco chiede l’intervento dei Carabinieri
Cronaca Lecco e dintorni, 20 Aprile 2021 ore 17:49

Hanno il Covid ma vogliono uscire di casa: il sindaco chiede l’intervento dei Carabinieri. Una vicenda davvero ai limiti dell’assurdo quella che racconta il sindaco di Pescate Dante de Capitani.

Hanno il Covid ma vogliono uscire di casa: il sindaco chiede l’intervento dei Carabinieri

In paese i  contagi sono calati sensibilmente negli ultimi giorni  tanto che oggi  martedì 20 aprile 2021,  i positivi sono 11 rispetto ai 23  casi segnalati la scorsa settimana. “Nessuno comunque ha situazioni preoccupanti, tant’e’ che per alcuni ho disposto il controllo della quarantena da parte dei carabinieri visto che stanno talmente bene di salute da cercare perfino  di uscire di casa” spiega infatti il primo cittadino.

Un comportamento sconsiderato che potrebbe rischiare di compromettere una situazione che, come detto è in tetto miglioramento. “Se i casi non dovessero aumentare nel corso della settimana, ho intenzione di riaprire le aree gioco bimbi da lunedì prossimo, quando dovrebbero scattare le nuove regole da zona gialla – aggiunge del Capitani – Il problema di queste aree, a lago e frequentatissime nella bella stagione,  non sono ovviamente i bambini ma alcuni loro genitori che, nonostante il divieto di assembramento si accalcano in prossimità dei giochi”.

La pandemia ha colpito duramente: Pescate vuole rendere omaggio ai suoi morti

“Speriamo tutti che con l’arrivo della bella stagione ma soprattutto con l’intensificarsi delle vaccinazioni, si possa uscire definitivamente da questo incubo in cui siamo precipitati dal febbraio 2020 e che ha portato i cittadini di Pescate, oltre ai tanti ammalati a dover piangere cinque morti – conclude il sindaco –  Per ricordare questi nostri cittadini provvederemo a far posizionare una targa alla memoria al cimitero”.