Cronaca
Calolzio

Guerra in Ucraina: flash mob davanti al Rota

Attorno alle 4 di questa notte il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato alla nazione in diretta tv l'inizio delle operazioni militari in Ucraina

Cronaca Valle San Martino, 24 Febbraio 2022 ore 09:53

Flash mob davanti al Rota di Calolzio questa mattina, giovedì 24 febbraio 2022, contro la guerra in Ucraina. Ad organizzarlo poco prima delle 8  davanti all'istituto superiore calolziese sono stati i membri di Sinistra Italiana.

Guerra in Ucraina: flash mob davanti al Rota

"Abbiamo voluto rimarcare che l'art. 11 della nostra Costituzione recita: L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali" sottolineano i promotori del flash mob.

Attorno alle 4 di questa notte il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato alla nazione in diretta tv l'inizio delle operazioni militari in Ucraina. Subito dopo è cominciata l'invasione, con truppe che hanno varcato i confini sia dalla Bielorussia che dalla Crimea, un contingente è sbarcato anche via mare a Odessa. Si parla di scontri e bombardamenti in corso, sono ore convulse. A Kiev è scattata la legge marziale, presi d'assalto i distributori di benzina: parte della popolazione sta cercando di abbandonare la capitale.

Putin dichiara guerra all'Ucraina in diretta tv

Il presidente della Russia ha esortato le forze di Kiev a consegnare le armi e "andare a casa". Ecco il discorso integrale del premier russo:

Ai sensi dell’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, con l’approvazione del Consiglio della Federazione, ho deciso di condurre un’operazione militare speciale. L’obiettivo è difendere le persone vittime degli abusi e del genocidio commesso dal regime di Kiev. Ci impegneremo per la smilitarizzazione e la denazificazione dell’Ucraina. E anche per assicurare alla giustizia coloro che hanno commesso numerosi crimini sanguinosi contro i civili, compresi i cittadini della Federazione Russa.

Le nostre azioni sono un’autodifesa contro le minacce. Nessuno dovrebbe avere dubbi sul fatto che un attacco diretto alla Russia porterà alla sconfitta e alle terribili conseguenze per un potenziale aggressore. I piani della Russia non includono l’occupazione delle terre ucraine.

Padri, nonni e bisnonni non hanno combattuto contro il nazismo per servire la giunta antipopolare oggi. Deponete le armi e potrete tornare a casa in sicurezza. Ogni responsabilità dello spargimento di sangue ricadrà sul regime di Kiev. Siamo pronti a tutto.

Per tutti coloro che dall’esterno cercheranno di interferire: la risposta della Russia porterà a conseguenze che non avete mai sperimentato. La politica dell’impero della menzogna si basa sulla forza bruta e sappiamo che la vera forza è nella giustizia e nella verità, che è dalla nostra parte. La sicurezza della patria sarà garantita in modo affidabile. Gli eventi di oggi non sono legati ad attaccare gli interessi dell’Ucraina e il popolo ucraino. Riguardano la difesa degli interessi della Russia stessa contro coloro che hanno preso l’Ucraina in ostaggio e che cercando di usarla contro il nostro Paese e il nostro popolo.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter