Giada donna di fuoco: mamma e pompiere (con tanto di patente)

La bellanese è la prima a guidare i mezzi in sirena

Giada donna di fuoco: mamma e pompiere (con tanto di patente)
Lecco e dintorni, 12 Marzo 2018 ore 14:06

Lo scorso 25 febbraio  ha superato l’esame  di abilitazione e ora potrà guidare e manovrare  le autopompe anche  nel corso degli interventi  in emergenza. Per lei non è stata una sfida, ma un ulteriore impegno a sostegno del corpo di cui è membro effettivo da 16 anni. Stiamo parlando di Giada Buzzella. La bellanese è una vera... donna di fuoco, mamma e pompiere, con l'altruismo e il coraggio iscritti nel dna.

Mamma e pompiere

Giada, 34 anni, è l'orgoglio rosa del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Bellano. Un gruppo che per lei è una seconda famiglia. A tutti gli effetti. La giovane mamma (ha un bimbo di 8 anni) è infatti figlia d’arte. Il papà di Giada è Dino Buzzella, storico volontario del distaccamento dei Vigili del fuoco di Bellano; anche il fratello di Giada, Ismaele, fa parte del corpo.

Un traguardo importante

Giada, come detto è tra i pompieri lecchesi che hanno superato gli esami per il conseguimento della patente ministeriale per personale dei pompieri volontari. «Anche gli uomini ci pensano due volte a fare il corso - ci spiega, concedendosi qui, ma solo tra le righe, una nota di merito - Quando guidi a sirene spiegate devi tutelare te stesso, i tuoi compagni, e chi incroci sulla strada. Quando arrivi sul posto ti devi occupare della logistica del mezzo e che tutto funzioni per il meglio in accordo con il resto della squadra».

L'intervista completa sul Giornale di Lecco in edicola dal 12 marzo

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter