Focolaio di aviaria a Cisano: ispezioni e zone di protezione anche nel Lecchese

Nella giornata di oggi verranno abbattuti 400 volatili

Focolaio di aviaria a Cisano: ispezioni e zone di protezione anche nel Lecchese
Cronaca 12 Ottobre 2017 ore 16:21

400 tra polli, tacchini  e faraone verranno abbattuti  nella giornata di oggi, giovedì in Valle San Martino. E’ stato infatti scoperto un focolaio di aviaria a Cisano Bergamasco.

Focolaio di aviaria a Cisano

L’Ats ha disposto l’abbattimento degli esemplari per evitare il diffondersi dell’infezione. I tecnici dell’Azienda Tutela Salute sono arrivati a Cisano dopo che si era già verificata una prima epidemia, sempre in provincia di Bergamo. Ripercorrendo a ritroso il percorso di acquisto dei volatili infatti l’Ats è arrivata fino all’allevamento in Valle San Martino.

Ispezioni e zone di protezione anche nel Lecchese

Oltre all’abbattimento dei volatili l’Ats ha anche disposto l’istuzione di diverse zone di protezione e controllo nel raggio di 3/10 chilometri dall’allevamento incriminato. Queste aree di protezione riguarderanno quindi anche il Lecchese.

Cosa è l’aviaria

L’influenza  aviaria è una malattia infettiva contagiosa altamente diffusiva. E’ dovuta a un virus influenzale , che colpisce diverse specie di uccelli selvatici e domestici, con sintomi che possono essere inapparenti o lievi, oppure gravi e sistemici con interessamento degli apparati respiratorio, digerente e nervoso e alta mortalità  Il virus può trasmettersi agli umani, come è stato definitivamente dimostrato a partire dal 1997.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli