Cronaca

Ex Leuci, il Gruppo Mesotelioma prende le distanze dal Codacons

Cinzia Manzoni, referente lecchese del Gam: "Respingiamo ogni tentativo di strumentalizzazione della lotta all'amianto"

Ex Leuci, il Gruppo Mesotelioma prende le distanze dal Codacons
Cronaca Lecco e dintorni, 29 Novembre 2018 ore 12:34

Il Gruppo Aiuto Mesotelioma prende le distanze dal Codacons che martedì scorso ha annunciato un esposto in Procura per denunciare i ritardi nella bonifica della ex Leuci.

Codacons sul Mesotelioma

Nel proprio comunicato Codacons faceva riferimento alle iniziative organizzate dal Gam insieme a Legambiente Lecco. Ma il sodalizio, guidato a livello locale da Cinzia Manzoni, respinge l'invadente contributo  del Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. Non solo.

"Codacons risulta completamente estraneo alle attività del Gruppo Aiuto Mesotelioma e non ha rivestito alcun ruolo nell’organizzazione di tali appuntamenti" chiarisce il Gam nel comunicato diffuso quest'oggi. "La nostra associazione è e aperta al contributo di chiunque voglia supportarci nella nostra battaglia contro le morti di amianto, portando le proprie energie, le proprie competenze e la propria collaborazione. Grazie a tanti volontari e a tanti sostenitori siamo riusciti a costruire una rete preziosa per il territorio lecchese e non solo che ci ha permesso di mettere in campo tanti momenti di sensibilizzazione, informazione e denuncia. Allo stesso tempo respingiamo con decisione questi tentativi di cavalcare i nostri sforzi con intenti politici e/o promozionali. La lotta contro il mesotelioma e contro l’asbesto non ha colore politico e non può essere piegata a tornaconti personali".

Smentiti i dati di ONA

Il Gam bolla come non attendibili anche alcuni dati recentemente diffusi da Ona (Osservatorio Nazionale Amianto), associazione di utilità sociale presieduta dall'avvocato Ezio Bonanni,

"Ci rattrista scoprire che proprio in questi giorni si stanno inoltre diffondendo dati a nostro giudizio non veritieri sulla diffusione delle malattie asbesto correlate. Ancora una volta ricordiamo che il pericolo dell’amianto non riguarda soltanto chi ha lavorato direttamente a contatto con il materiale (i cosiddetti “esporti professionali”), ma anche tutti i cittadini che possono respirare le fibre sparse nelle nostre città (che invece sono detti “esposti ambientali”).

Invitiamo chi volesse approfondire queste tematiche ad rifarsi sempre a fonti ufficiali ed in particolare Registro Nazionale Mesotelioma (http://www.sportelloamianto.com/la-dott-ssa-carolina-mensi-
respondabile-cor-lombardia-presenta-nuovi-dati-ufficiali-malattie-asbesto-correlate/).

Serata a Garlate

Infine il Gruppo Aiuto Mesotelioma organizza per venerdì 14 dicembre la serata “Ciak.. si Cena!” in collaborazione con la Compagnia del Lago. Al ristornate nuovo di Garlate (in via Statale, 1122) si terrà appunto una cena durante la quale gli attori rappresenteranno dal vivo le più belle scene dei tratti dai film più amati. La serata è aperta a tutti (costo 35 euro). I proventi serviranno a finanziare le attività della associazione.

Per maggiori informazioni: 392.6080058 – info@compagniadellago.org - info@gruppoaiutomesotelioma.org