Cronaca
A Paescate

Domani l'ultimo saluto alla giovane Martina Mancuso, la lottatrice stroncata dal virus West Nile

La cerimonia funebre verrà celebrata alle 14

Domani l'ultimo saluto alla giovane Martina Mancuso, la lottatrice stroncata dal virus West Nile
Cronaca Lecco e dintorni, 07 Novembre 2022 ore 08:11

Verranno celebrati domani, martedì 8 novembre 2022 alle 14 nella chiesa parrocchiale di Pescate, i funerali della giovane Martina Mancuso, la 27enne originaria di Colle Brianza ma residente a Pescate con il compagno Antonio che si è spenta sabato all'ospedale di Monza.

Domani l'addio alla giovane Martina Mancuso

Una guerriera Martina, una donna che ha saputo e voluto lottare contro una malattia terrificante, la leucemia, che le aveva stolto tutto tranne la voglia di andare avanti per realizzare i suoi sogni. Una zanzara, una maledetta zanzara, ha impedito che Marti, come tutti la chiamavano, potesse continuare a combattere e a vincere la sua battaglia contro il male che l'aveva colpita un anno fa.

Punta da una zanzara del Nilo Martina ha contratto il virus West Nile che le ha provocato nel corpo già stremato una encefalite. Una settimana di coma, poi, sabato la guerriera è stata costretta a chiudere gli occhi per sempre al San Gerardo.

E proprio al San Gerardo verrà allestita la camera ardente per la giovane mentre come detto, domani in tanti, tantissimi si stringeranno  a mamma Orietta, a papà Salvatore, al fratello Luca e al compagno Antonio durante la cerimonia che la accompagnerà nel suo ultimo viaggio.

Il  virus West Nile in Italia

Stando al bollettino dell'Iss (Istituto superiore di sanità)  aggiornato a settembre del  2022, nel nostro Paese, da inizio giugno, sono stati registrati 440 casi di West Nile e ben 24 decessi. Di questo totale:

  • 216 si sono manifestati nella forma neuro-invasiva (28 Piemonte, 18 Lombardia, 108 Veneto, 4 Friuli-Venezia Giulia, 51 Emilia-Romagna, 3 Toscana, 4 Sardegna);
  • 66 casi identificati in donatori di sangue (7 Piemonte, 21 Lombardia, 24 Veneto, 14 Emilia-Romagna),
  • 149 casi di febbre (3 Piemonte, 10 Lombardia, 123 Veneto, 10 Friuli-Venezia Giulia, 2 Emilia-Romagna),
  • 8 casi sintomatici (1 Lombardia, 6 Veneto, 1 Friuli-Venezia Giulia)
  • 1 caso asintomatico (1 Veneto)

Per quanto riguarda i decessi, questo è il quadro: 5 vittime in Piemonte, 3 Lombardia, 13 Veneto, 1 Friuli-Venezia Giulia e 2 Emilia Romagna. Com'è noto il virus West Nile viene trasmesso dalla zanzara culex. Nella stragrande maggioranza dei casi, quando si verifica, la malattia non prova alcun sintomo. In alcuni casi però può provocare febbre, dolori articolari e via dicendo. In una parte ancora inferiore di casi, invece, la Febbre del Nilo si manifesta con una forma neuroinvasiva grave che può portare anche al decesso del paziente.

 

Seguici sui nostri canali