Cronaca
Un pezzo di storia della città

Ultimo saluto a Fiammetta, indimenticata titolare della "fiaschetteria" di via Mascari

Fiammetta Galigani, figura storica della città, si è spenta a 85 anni

Ultimo saluto a Fiammetta, indimenticata titolare della "fiaschetteria" di via Mascari
Cronaca Lecco e dintorni, 17 Ottobre 2021 ore 12:57

Non esiste lecchese che, almeno una volta non sia passato di lì e non abbia alzato un calice anche in suo onore. Verranno celebrati domani, lunedì 18 ottobre 2021 alle 15.30, nella basilica di San Nicolò a Lecco i funerali di Fiammetta, indimenticata titolare della "bottiglieria" di via Mascari al civico 29. Fiammetta Galigani (nella fila davanti la prima a destra nella foto di copertina), per tutti semplicemente Fiammetta, si è spenta a 85 anni.

Domani l'addio a Fiammetta, indimenticata titolare della "fiaschetteria" di via Mascari

Per mezzo secolo era stata dietro al bancone della fiaschetteria, divenuta poi bar, situata nel centro storico di Lecco, a pochi passi dalla basilica dove domani saranno in tanti a volerle rendere omaggio. Aveva iniziato a lavorare nello storico locale nel 1959 insieme al marito Aristide rilevando l'attività che era stata del cugino. Per tanti anni il piccolo locale di via Mascari era stato un luogo dove, principalmente si imbottigliava il vino.

Poi, poco a poco, quelle quattro mura erano diventate il punto di ritrovo di tanti lecchesi che, dopo il lavoro, si ritrovavano per bere un "calice" e scambiare quattro chiacchere.  Per quasi 50 anni anni, fino al 2005, quando il locale ha cambiato gestione Fiammetta  di parole, suggerimenti, e anche di sfoghi ,ne aveva  ha raccolti sicuramente tanti, non tirandosi indietro e anzi dispensando qualche "fate i bravi ragazzi!"  a qualcuno un po’ troppo agitato…

Un ambiente spartano, ma allo stesso tempo familiare,  visto che a dare una mano, nel corso degli anni si sono alternati anche  i figli di Fiammetta, Daniele, con la moglie Moira, e Antonella, con il marito Luigi. Un luogo storico di Lecco, dove campeggiavano foto degli attestati che Fiammetta aveva ricevuto negli anni: nel 1988  il riconoscimento dell’Unione Commercianti, nel 1989 quello per il concorso delle vetrine "Lecco città manzoniani" e nel 2004 forse il più prestigioso, quello della Camera di Commercio in occasione dei 45 anni. E Fiammetta era sempre stata lì, tra i suoi clienti, tra i lecchesi che ora la piangono e allo stesso tempo la ricordano con affetto e nostalgia.

LEGGI ANCHE Lo spettacolo della transumanza a Lecco: le pecore "invadono" la città