Trasporti

Diretto Lecco-Milano, Straniero: “Fino a giugno si arriva a Centrale. Chieste garanzie anche per il dopo”

Il rischio immediato di uno spostamento di capolinea riguardava il treno RE 2895 in partenza da Colico alle 6.09 e da Lecco alle 7.19, cioè uno dei treni più utilizzati dai pendolari. Ma per quanto riguarda la linea Lecco-Milano la novità poteva estendersi a quattro corse,

Diretto Lecco-Milano, Straniero: “Fino a giugno si arriva a Centrale. Chieste garanzie anche per il dopo”
Cronaca Lecco e dintorni, 04 Febbraio 2021 ore 15:14

Novità sul fronte del trasporto su rotaia da Lecco verso Milano: nella mattinata di oggi, giovedì 6 febbraio 2021, in V Commissione Trasporti, l’assessore Terzi ha confermato che l’attestazione a Milano Centrale continuerà almeno fino a giugno. “L’assessore ha confermato questa decisione, sostenendo che la scelta del cambio a Rogoredo era dovuta al fatto che la stazione Centrale risulta satura. Ma, evidentemente, Regione Lombardia è tornata sui suoi passi”, commenta Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, dopo l’audizione.

Diretto Lecco-Milano, Straniero: “Fino a giugno si arriva a Centrale"

Straniero ricorda che il rischio immediato di uno spostamento di capolinea riguardava il treno RE 2895 in partenza da Colico alle 6.09 e da Lecco alle 7.19, cioè uno dei treni più utilizzati dai pendolari. Ma per quanto riguarda la linea Lecco-Milano la novità poteva estendersi a quattro corse, di cui due da Lecco la mattina e due da Milano la sera, sempre negli orari più ‘caldi’.

“Adesso, invece, ci è stato detto che le corse Lecco-Milano continueranno ad arrivare a Centrale, e questo grazie anche alle nostre sollecitazioni, che poi sono quelle di pendolari e territorio – continua Straniero –. L’assessorato si è reso conto che la linea è tra le più frequentate e dopo le già evidenti penalizzazioni che il servizio di trasporto ferroviario regionale sta subendo a causa del Covid, ha ritenuto giusto lasciare fino a giugno la fermata a stazione Centrale”.

"Chieste garanzie anche per il dopo”

Sicuramente una buona notizia, per il consigliere Pd, ma non finisce qui: “Chiediamo, tuttavia, che venga data anche una garanzia del mantenimento a regime e non solo fino a giugno. Per l’estate non vogliamo sorprese di sorta. Per questo, in Commissione, abbiamo chiesto anche di essere prontamente informati sulla gestione del servizio da luglio in avanti”.