Menu
Cerca
Negli ultimi giorni

Da quella dell'acqua a quella di Mano Amica, passando ai finti coscritti: truffatori senza scrupoli in azione

Il Comune mette in guardia i cittadini dopo i ripetuti episodi

Da quella dell'acqua a quella di Mano Amica, passando ai finti coscritti: truffatori senza scrupoli in azione
Cronaca Casatese, 04 Febbraio 2021 ore 17:05

Si moltiplicano sul territorio i tentativi di raggiri e truffe messi in atto da malviventi con sempre maggiore  "fantasia" e sempre meno scrupoli... Solo ieri a Osnago i soliti ignoti hanno tentato di mettere a segno più colpi fingendosi addetti del Comune mentre oggi, giovedì 4 febbraio 2021, a mettere in guardia i cittadini è l'Amministrazione comunale di Barzanò diretta dal sindaco Giancarlo Aldeghi.

Da quella dell'acqua a quella di Mano amica, passando ai finti coscritti: truffatori senza scrupoli in azione

"I responsabili del servizio di controllo del vicinato segnalano la proliferazione di tentativi di truffa ai danni dei cittadini" fanno sapere infatti dal Comune.

Diverse le tecniche messe in atto dai malviventi. Un alcuni casi i truffatori hanno contattato le potenziali vittime per telefono fingendo di essere addetti di associazioni del paese, come Mano Amica, e proponendo una finta raccolta foni per beneficenza. L'ultimo episodio del genere è accaduto solo pochi giorni fa.

Non sono mancate ultimamente le cosiddette truffe dell'acqua: i malviventi si presentano spacciandosi per addetti del servizio idrico e sostenendo che l'acqua è inquinata. "A quel punto stordiscono le vittime facendo annusare loro un campione di acqua, o con tecniche ipnotiche - spiegano dal Comune - e si fanno consegnare oggetti preziosi. Purtroppo un tentativo  è andato a buon fine".

Ma non è finita qui perchè in paese è stata tentata persino la truffa dei coscritti. "In questo caso le vittime vengono contattate e il tentativo è quello di carpire dati sensibili".

L'appello dell'Amministrazione

"Raccomandiamo di prestare la massima attenzione e di non aprire a sconosciuti. In caso di contatto informare tempestivamente le forze dell'ordine, Polizia Locale o Carabinieri"