Indagini dei Carabinieri

Cuoco trovato morto in riva al lago: autopsia per chiarire i contorni della tragedia

Panigari lavorava da mesi a Varenna ed era stimato e benvoluto per il suo impegno e la sua professionalità. 

Cuoco trovato morto in riva al lago: autopsia per chiarire i contorni della tragedia
Lago, 11 Ottobre 2020 ore 10:06

Sarà con tutta probabilità l’autopsia, disposta dalla Magistratura, a chiarire i contorni della tragica vicenda che ha causato la scomparsa di Stefano Panigari, 43 anni, il cuoco trovato morto in riva al lago a Varenna nella tarda serata di venerdì 9 ottobre 2020.

Cuoco trovato morto in riva al lago

Panigari, 43 anni, originario della provincia di Parma, lavorava all’hotel Royal Victoria di Varenna  e viveva in paese, in un appartamento che condivideva con altro membri dello staff dell’albergo ristorante. Venerdì sera si trovava in riva al lago quando qualcosa lo ha fatto cadere battendo violentemente il capo. Il 43enne è finito in acqua ed è lì che i soccorritori (gli uomini del 118 e i volontari del soccorso Bellanese) lo hanno recuperato, ormai senza vita.

Le indagini, affidate ai Carabinieri, al momento sembrano aver escluso un evento violento alla base della tragedia. L’ipotesi più accreditate sono quelle di un tragico malore  di un incidente  dall’esito fatale. Ma come detto potranno essere gli esami sulla salma a fugare ogni dubbio.

Panigari lavorava da mesi a Varenna ed era stimato e benvoluto per il suo impegno e la sua professionalità.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia