Iniziativa

Il Covid non ferma i Giochi di Liberetà

Nella mattina di giovedì 24 settembre, lo Spi Cgil Lecco ha organizzato le finali territoriali allo spazio del Teatro Invito a Lecco.

Il Covid non ferma i Giochi di Liberetà
Lecco e dintorni, 25 Settembre 2020 ore 11:42

Il Covid non ferma i Giochi di Liberetà. Nella mattina di giovedì 24 settembre, lo Spi Cgil Lecco ha organizzato le finali territoriali allo spazio del Teatro Invito a Lecco. Iniziativa in presenza, seguendo le regole per evitare il contagio, ma dando continuità a questo importante appuntamento.

Il Covid non ferma i Giochi di Liberetà

Al concorso che quest’anno, causa emergenza Covid-19, si è svolto in maniera ridotta – sia per tipologia di concorsi che per modalità di partecipazione – hanno partecipato un grande numero di iscritti interessati a rimanere in gioco presentando così le produzioni nate da passione e interesse. I pensionati scrittori e fotografi, non si sono limitati a partecipare al concorso, ma hanno realizzato anche degli interessanti testi durante i giorni difficili dell’emergenza Covid, raccolto e inserito all’interno del volume dedicato al concorso, come sezione fuori concorso.

I vincitori di tutte le categorie

I vincitori delle categorie rappresentate nel concorso, selezionate dalla giuria, a pari merito, sono: per la Poesia: “Da per me” di Teresina Formenti, “La vita al tempo del Coronavirus” di Silvio Oliva, “Omaggio a Dylan Thomas” di Dina Vergottini. Per i Racconti: “Migratori” di Augusto Licini, “Il traghetto” di Stefano Scaccabarozzi, “Sono nato e sono morto” di Elisabetta Ungaro. Per la Fotografia: Eugenio Anghileri, Tino Panizza e Piero Maniglia. A loro tutti è stato consegnato un voucher per acquisto libri in alcune librerie del territorio. Un premio speciale, consistente in un tablet, è stato consegnato a Vincenzo Mingolla, che ha partecipato con alcune poesie. Residente nella Rsa Casa Don Luigi Gilardi di Olginate, testimonia come si può continuare a coltivare i propri interessi e rimanere attivi. Giurati per la Fotografia sono stati Luigi Erba e Raffaele Buonuomo, per i Racconti e le Poesie Casto Pattarini e Marco RotaGiovanni Torri invece ha curato il libro e il dvd con le fotografie. L’organizzazione complessiva è stata gestita da Luigia Valsecchi, componente della segreteria provinciale dello Spi.

“E’ stato tutto molto difficile, ma con caparbietà abbiamo portato avanti anche questa edizione”

“Con l’emergenza Covid è stato tutto molto difficile, ma siamo stati caparbi e abbiamo deciso di portare avanti questa edizione dei Giochi, seppur ridotta – afferma Giuseppina Cogliardi, segretario generale Spi Cgil Lecco –. Non abbiamo potuto organizzare la mostra tradizionale con i dipinti e le fotografie, ma comunque è stato pubblicato il consueto libro con i lavori realizzati durante l’edizione”. Anche il segretario generale della Cgil Lecco Diego Riva ha partecipato alle premiazione. “Queste iniziative sono importantissime e ringraziamo la categoria dei pensionati per l’organizzazione, anche in questo periodo difficile – afferma –. Le persone anziane sono fondamentali nel tessuto sociale del nostro Paese, lo si è visto soprattutto durante il lockdown, quando per questioni oggettive legate alla pandemia le famiglie si sono trovate, purtroppo, senza una mano. Un’iniziativa che coinvolge attivamente, culturalmente le persone e che sponsorizza uno schema di tutela dell’anziano diverso. L’invecchiamento attivo è un modello che per noi deve essere perseguito e valorizzato sempre di più. Lo Spi si conferma presente nel territorio, sia nelle iniziative di questo tipo sia a livello contrattuale, capace di dare rilievo ai temi sociali in senso generale attraverso la negoziazione sociale”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia