Cronaca
aNCORA DISORDINI

Corteo no Green pass a Milano: nei guai due lecchesi

Sono stati denunciati per manifestazione non preavvisata, istigazione a disobbedire alle leggi, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale

Corteo no Green pass a Milano: nei guai due lecchesi
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Novembre 2021 ore 09:36

Sono 11 le persone denunciate dalla Polizia dopo il corteo no Green pass che si è tenuto nel pomeriggio di sabato a Milano, mentre sono 115 sono quelle identificate in vista dell'apertura di un'indagine della Procura. A finire nei guai anche due lecchesi di 26 e 34 anni.

Le cause delle denunce

I due, insieme a un altro uomo residente in provincia di Bergamo sono stati deferiti per manifestazione non preavvisata, istigazione a disobbedire alle leggi, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale. Non solo ma nei confronti dei due  lecchesi il questore di Milano ha emesso il foglio di via obbligatorio capoluogo di regione. In pratica non potranno rimettere piede a Milano un anno.

6 foto Sfoglia la gallery

Durante la manifestazione, che non ha seguito il percorso indicato dal Questore Giuseppe Petronzi, sono stati insultati e spintonati alcuni giornalisti e operatori. In piazza Fontana mentre il corteo non era ancora partito, due manifestanti No Green Pass hanno spintonato Saverio Tommasi, giornalista di Fanpage. Entrambi sono stati portati dalle forze dell’ordine in Questura, uno dei due era senza documenti di riconoscimento.

LEGGI ANCHE Stop alle manifestazioni contro il Green Pass: "Certi partiti hanno strizzato l’occhio ai no-vax"

Il corteo, dopo una prima parte "disciplinata", si è diviso e ha creato disagi al traffico, ha innescato - spiegano dalla Questura - numerose le proteste da parte di automobilisti, insulti dai balconi e dalle finestre di casa ai manifestanti e in un caso una secchiata d'acqua. Alla fine del corteo, le forze dell'ordine hanno bloccato fra via Anfossi e via Sciesa i manifestanti che sono stati fatti andare via solo dopo esser stati identificati.