Menu
Cerca
#stiamoacasa

Coronavirus: tracciati i movimenti analizzando i tracciati telefonici. Ancora troppi spostamenti

In base ai movimenti tracciati attraverso il monitoraggio delle celle telefoniche risulta, in base alle prime stime che dal 20 febbraio ad oggi il calo dei movimenti è stato del 60%.

Coronavirus: tracciati i movimenti analizzando i tracciati telefonici. Ancora troppi spostamenti
Cronaca Lecco e dintorni, 17 Marzo 2020 ore 20:33

“Con l’aiuto delle compagnie telefoniche, abbiamo potuto verificare gli spostamenti dei lombardi, in questi giorni di emergenza coronavirus. In base ai movimenti tracciati attraverso il monitoraggio delle celle telefoniche risulta, in base alle prime stime che dal 20 febbraio ad oggi il calo dei movimenti è stato del 60%. Ci sono ancora troppe persone che si spostano, corrispondenti al 40% del totale: il consiglio è e resta di rimanere a casa”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala intervenuto in diretta Facebook sulla pagina di Lombardia Notizie online commentando il grafico elaborato sulla scorta dei primi dati forniti dai gestori di telefonia mobile.

LEGGI ANCHE Coronavirus: aumentano ancora i contagi, 440 positivi nel Lecchese I DATI AGGIORNATI

Coronavirus: tracciati i movimenti analizzando i tracciati telefonici. Ancora troppi spostamenti

Nel corso della diretta, è stato anche annunciato che domani, mercoledì 18 marzo,  Fabrizio Sala, insieme al sottosegretario alla Presidenza con delega ai rapporti con le delegazioni internazionali, accoglierà all’aeroporto di Malpensa il volo proveniente da Shanghai con a bordo 20 tonnellate di materiale medico sanitario e un primo gruppo di 7 medici e 3, tra tecnici e infermieri, che saràsuccessivamente completato con l’arrivo di circa 300 operatori sanitari.L’arrivo dell’aereo è previsto alle 16.40.

Le donazioni

Il vicepresidente Sala ha ribadito anche i suoi ringraziamenti, a nome di tutti i lombardi, a chi ha generosamente fatto donazione per permettere l’avvio dell’ospedale presso Fiera
Milano in cui si dovrebbero ricavare 500 posti per terapie intensive. “Ringraziamo per le tre donazioni da 10 milioni di euro Silvio Berlusconi, Giuseppe Caprotti di Esselunga e Remo
Ruffini di Moncler – ha detto Fabrizio Sala – senza dimenticare tutti i cittadini lombardi che donano quanto è nelle loro disponibilità. Il più grande ringraziamento va ai cittadini
lombardi che stanno facendo un grande sforzo, molto apprezzato da tutti”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli