Menu
Cerca
Ieri sera a Pescarenico

Coronavirus: protesta anche nel carcere di Lecco

Nella serata di ieri alcuni detenuti hanno inscenato una forma di protesta che fortunatamente non è degenerata. Una decina di carcerati ha infatti "manifestato" sbattendo le stoviglie sulle inferriate delle celle

Coronavirus: protesta anche nel carcere di Lecco
Cronaca Lecco e dintorni, 09 Marzo 2020 ore 08:45

La protesta in atto nella giornata di domenica 8 marzo 2020 in molte carceri italiane ha coinvolto anche la casa circondariale di Lecco a causa delle limitazioni dei contatti con parenti e assistenti sociali imposte per il contenimento del contagio del Coronavirus.

Coronavirus: protesta anche nel carcere di Lecco

Nella serata di ieri alcuni detenuti hanno inscenato una forma di protesta che fortunatamente non è degenerata. Una decina di carcerati ha infatti “manifestato” sbattendo le stoviglie sulle inferriate delle celle. Si è trattato di un gesto “rumoroso” e la protesta si è placata in pochi istanti senza episodi violenti di alcun genere.

LEGGI ANCHE Coronavirus: treni e bus cancellati nel Lecchese. Stop ai voli Alitalia su Malpensa

A Pavia

Diversa purtroppo e ben più drammatica la situazione altrove. A Pavia sono stati presi in ostaggio due agenti di Polizia Penitenziaria, poi liberati. Come riportano i colleghi di primapavia.it  intorno alle 20, i detenuti del carcere di Pavia hanno preso in ostaggio due agenti di Polizia Penitenziaria. Rubate le chiavi delle celle hanno poi liberato decine di carcerati. All’esterno si è invece radunata una folla di parenti di detenuti. Sono dovuti intervenire gli uomini della Polizia di Stato e i militari dell’Arma per contenere gli animi.

Tragedia a Modena

Verso le 23 i due agenti sono stati liberati e la protesta è rientrata. Pesante invece il bilancio nel carcere di Modena dove, in circostanze ancora da accertare, sono morti tre detenuti mentre altri due sarebbero in gravissime condizioni.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli