Cronaca
Lecco in Lutto

Commovente addio a Loredana Pini Mori, "Riuscivi sempre ad entrare nel cuore della gente"

Una folla oggi ha detto addio all'amata commerciate e volontaria morta in Sardegna

Commovente addio a Loredana Pini Mori, "Riuscivi sempre ad entrare nel cuore della gente"
Cronaca Lecco e dintorni, 10 Agosto 2022 ore 13:24

"Ciao mamma Lory, guarda un po’ che cosa hai smosso anche questa volta, guarda quanta gente è venuta qui oggi per salutarti e per starti vicina". Come hanno sottolineato i figli Francesco e Giorgio, in un toccante messaggio dedicato alla mamma letto al termine della cerimonia, sono stati davvero tantissimi i lecchesi che nella mattinata di oggi, mercoledì  10 agosto 2022, hanno gremito la chiesa dei Cappuccini a Lecco e anche il sagrato per dire addio a Loredana Pini Mori,   indimenticata commerciante e volontaria, volto storico del viale Turati che si è spenta a 74 anni  in Sardegna dopo aver contratto il batterio della Legionella. 

Commovente addio a Loredana Pini Mori

Di fronte all'urna contenente le ceneri delle lecchese in tanti si sono commossi ricordando con affetto il suo sorriso dolce, il suo volto sempre sorridente, la cordialità con cui si rapportava a tutti sia in parrocchia che sul lavoro, prima nelle profumeria Irene del Viale poi con il marito Elio nella gelateria Mori.

A celebrare la cerimonia funebre, animata dalle voci struggenti del coro  parrocchiale, è stato  padre Vitale Maninetti insieme ai  confratelli padre Fabrizio Feola, padre Gabriele Barbi , padre Marco Bergamelli, padre Sergio Pesenti e al frate Francescano Daniele Brivio.

 

"Conobbi Loredana nei primi anni '90 quando ero responsabile dell' oratorio di questa parrocchia e da allora, anche dopo che ho lasciato Lecco, non ci siamo mai persi - ha detto dal pulpito padre  Bergamelli - Dio non ci ha messi in questo mondo per morire, ma per vivere intensamente e pienamente. Come diceva lo scrittore Marcello Marchesi, l'importante è che la morte ci trovi vivi. Gesù ci insegna l'arte del vivere e Loredana ha sempre vissuto con allegria. Parlava con tutti,  era il simbolo della gioia nel nostro Viale. Sempre disponibile con chiunque è stata una grande e preziosa  collaboratrice della parrocchia. Era una donna di Pace. Papa Francesco ha ricordato l'importanza di condividere, di aprirsi agli altri. Loredana aveva compreso tutto questo ed il bene è stata la luce che ha illuminato il suo cammino e tutti i gesti compiuti per la sua famiglia e per la comunità".

L' omaggio dei figli: "Riuscivi sempre ad entrare nel cuore della gente"

Colmo di affetto e gratitudine  il messaggio che una amica di famiglia ha letto a nome dei figli.

"In quest’ultimo periodo tante persone si sono fatte in quattro per aiutarti ed aiutarci, sia in Sardegna dove sei stata curata con amore, dedizione e professionalità, sia a casa con le preghiere della tua comunità parrocchiale.

Il tuo grande cuore non ha retto, la malattia che purtroppo ti ha colpita è stata più forte di te, ma il tuo cuore l’hai usato tanto: lo hai unito a quello del tuo amato Elio, a cui sei stata legata per 48 anni, lo hai donato ai tuoi figli e lo hai riempito d’amore per i tuoi adorati nipoti,  ti sei sempre presa cura del tuo caro fratello Lallo.

Ci ha insegnato il valore del sapersi donare agli altri, senza clamore e senza riflettori, con il sorriso e le tante, ma tante, parole gentili. Avevi il tuo bel caratterino, ma in ogni caso riuscivi sempre ad entrare nel cuore della gente e ne è una dimostrazione l’affetto che noi abbiamo ricevuto in questi giorni difficili e che riceveremo in quelli che verranno.

Dopo aver seminato bene per tutta la tua vita, anche oggi ci stai insegnando che l’amore porta sempre buoni frutti. Averti avuta come mamma è stata una fortuna, sei stata un dono è una guida per noi i figli e ti ringraziamo per aver amato i tuoi nipoti immensamente: ora sarai accanto a nonna Letizia e nonno Benito e da lassù sveglierete insieme su di loro.

Grazie di tutto Francesco e Giorgio"

Loredana riposerà per sempre a Mandello

Loredana riposerà per sempre a Mandello, suo paese d'origine. Le ceneri verranno tumulate domani, giovedì 11 agosto 22.

Mario Stojanovic

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter