Cities for Life Comune di Lecco contro la pena di morte VIDEO

Il Monumento ai Caduti s'illumina in occasione della Giornata Mondiale delle Città per la Vita

Lecco e dintorni, 28 Novembre 2017 ore 14:31

Il Comune di Lecco aderisce a Cities for Life – Città per la Vita, Città contro la Pena di Morte. E’ l’iniziativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio.

Cities for Life

Si tratta di un’iniziativa inaugurata il 30 novembre 2002 dalla Comunità di Sant’Egidio, impegnata su questo importantissimo fronte in tutto il mondo sin dalla seconda metà degli anni Novanta. Nasce in occasione del ricorrere della data della prima abolizione della pena capitale. E’ avvenuta nel Gran Ducato di Toscana nel 1786.

 

No alla pena di morte

La pena di morte merita una decisa condanna. Soprattutto perchè contrasta con la visione di una giustizia riabilitativa. Non solo ma  abbassa l’intera società civile al livello dei criminali responsabili di omicidio.  Legittima in questo modo la violenza. Per questo motivo oltre 2000 città aderiscono alla Giornata Mondiale delle Città per la Vita, Città contro la Pena di Morte.

Monumento fucsia

Il Comune di Lecco si unisce ancora una volta con convinzione a questa mobilitazione anche illuminando di colore fucsia il Monumento ai Caduti di lungolario Isonzo. Ciò avverrà da domani, mercoledì 29 novembre a domenica 3 dicembre, per accendere nel buio della violenza una luce che sappia indicare la via della ragione e del buonsenso proprio in occasione di Cities for Life.

Simona Piazza

“Anche quest’anno abbiamo aderito all’iniziativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio per dire un fermo NO alla pena di morte nel mondo” afferma l’assessore alla cultura del Comune di Lecco Simona Piazza.  “Uno stato democratico e di diritto è tale solo se riconosce e afferma pienamente i diritti civili e umani delle persone.  Diritti che la pena di morte nega. Per questo la nostra adesione vuol essere, oltre che la manifestazione di un netto rifiuto, anche l’auspicio che questo tema ritorni di attenzione nell’opinione pubblica e quindi nelle coscienze di tutti noi”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia