Importanti chiarimenti

Carlo Gilardi sta bene ed è in una struttura protetta per essere tutelato

Alessandro Milani chiarisce alcuni importanti aspetti di una vicenda che sta facendo molto discutere, dopo la messa in onda del servizio de Le Iene.

Carlo Gilardi sta bene ed è in una struttura protetta per essere tutelato
Meratese, 19 Novembre 2020 ore 15:41

Il professor Carlo Gilardi sta bene e si trova in una struttura protetta sulla quale, nel rispetto della privacy (i dati sensibili solo l’amministratrice di sostegno nominata dal Tribunale è tenuta a conoscerli), vige il più assoluto riserbo. Si trova lì per ragioni di tutela, tant’è vero che come ha affermato l’avvocato Elena Barra già nella giornata di ieri la vicenda ha assunto dei risvolti penali (c’è un’indagine per l’ipotesi di circonvenzione d’incapace e tra gli indagati risulterebbe il “badante” intervistato da Le Iene). A confermalo è il sindaco Alessandro Milani, che nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 19 novembre 2020, ha diffuso un comunicato (che fa seguito a quello pubblicato pochi minuti dopo il programma tv) che rassicura quanti hanno a cuore le sorti del professore riguardo le sue condizioni di salute.

LEGGI ANCHE 

Il Tribunale di Lecco interviene sul caso di Carlo Gilardi: “Rassicuriamo sulle sue condizioni”

La storia di Carlo Gilardi raccontata dalle Iene commuove e smuove le coscienze VIDEO

Caso Carlo Gilardi, la versione dei fatti dell’amministratrice di sostegno

Carlo Gilardi è in buone condizioni di salute

La storia del noto professore e benefattore di Airuno è salita alla ribalta (ieri ne ha parlato su Facebook anche la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, scatenando ulteriori commenti e polemiche) dopo che il programma Le Iene, nella serata di lunedì 17 novembre 2020, in un servizio che ha colpito emotivamente migliaia di telespettatori, ha raccontato una versione della vicenda che ha fatto pensare a un prelievo forzoso di Carlo Gilardi da parte di tribunale e forze dell’ordine.

Lo ha fatto tracciando contorni della vicenda che, dopo attente verifiche, risulterebbero però poco aderenti alla reale condizioni di Gilardi. Stando a quanto hanno riferito amministratrice di sostegno, tribunale e ora anche il sindaco Milani, l’anziano professore sarebbe in buone condizioni di salute e sarebbe stato trasferito in una struttura protetta proprio per essere tutelato. Nessuno, per legge, è tenuto a sapere dove si trovi. Né il sindaco, né gli airunesi, né tantomeno Le Iene che hanno addirittura lanciato un appello ai telespettatori, proprio perché rivelando l’ubicazione della struttura verrebbe meno la tutela del professor Gilardi.

Il comunicato del sindaco Milani

Questa la nota diffusa dal sindaco Milani nel pomeriggio di oggi, giovedì 19 novembre 2020:

Carissimi concittadini, questa mattina ho personalmente contattato l’amministratore di sostegno per sincerarmi sulla condizione di salute del professor Carlo Gilardi. Mi è stato confermato che il nostro e caro amico professore sta bene, è tranquillo e seguito da persone che si stanno prendendo cura di lui. E’ una situazione temporanea, il professore chiede di poter tornare presso la sua abitazione e mi è stato confermato che si sta lavorando affinché il suo ritorno a casa possa avvenire solo in condizioni  di totale sicurezza e tutela della sua persona, nel rispetto della sua volontà. Rassicuro che farò avere al professor Carlo i saluti da parte di tutti i cittadini e di tutte le persone che in questi giorni hanno mostrato sincero affetto e vicinanza.

 

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia