Airuno - Lecco

Carlo Gilardi, il sindaco Milani ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella

"Desideriamo che si lasci lavorare serenamente l'Amministrazione Comunale con i Suoi Uffici, specialmente in un momento storico complesso come quello stiamo vivendo a causa della pandemia Covid-19"  ancora in corso

Carlo Gilardi, il sindaco Milani ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella
Cronaca Meratese, 08 Dicembre 2020 ore 12:04

Una vicenda che ha scosso, e non poco, la piccola comunità di Airuno, ma in realtà tutto il territorio lecchese quella del professor Carlo Gilardi, il 90enne oggi ricoverato nella casa di riposo Airoldi e Muzzi di Lecco, che è stato protagonista di più servizi della trasmissione televisiva  Le Iene.

Un vicenda che tra qualche luce (recentemente lo stesso Gilardi ha assicurato di stare bene nella Rsa) e molte ombre, anzi  risvolti penali ( è stato chiesto il rinvio a giudizio di 7 persone con l’accusa di circonvenzione di incapace), ha minato la serenità di molti. A partire proprio dai residenti di Airuno e da chi amministra il paese.

Non a caso il sindaco Alessandro Milani ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella. Un accorato appello al più alto rappresentante dello Stato italiano che per altro non è l’unico visto che il primo cittadino si è rivolto anche al presidente dell’Anci , l’associazione Comuni Italiani, Antonio Decaro.

Carlo Gilardi, il sindaco di Airuno ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella

“Nella mattina di ieri, a nome dell’Amministrazione Comunale, ho inviato due appelli ufficiali scritti – spiega lo stesso sindaco –  Il primo al nostro Presidente della Repubblica prof.Sergio Mattarella, affinché  possa intervenire per rasserenare gli animi, circa la nota vicenda del Prof.Carlo Gilardi”.

Il sindaco di Airuno Alessandro Milani

“Rasserenare gli animi”

L’obiettivo della missiva è quello di chiedere al Presidente un “intervento” per tentare di rasserenare gli animi. “Ciò che tutti desideriamo è che vi sia sempre rispetto verso le Istituzioni. In particolare, per quanto riguarda il Comune di Airuno – specifica Milani –  Desideriamo infatti che si lasci lavorare serenamente l’Amministrazione Comunale con i Suoi Uffici, specialmente in un momento storico complesso come quello che le nostre comunità cittadine del territorio stanno vivendo tuttora, a causa della pandemia Covid-19  ancora in corso”.

Lettera anche al numero uno della Associazione dei Comuni

Il secondo appello  scritto  dal sindaco Milani è rivolto al collega Sindaco di Bari, Antonio Decaro che è il Presidente Nazionale dell’ANCI. “Così che anche il Presidente Decaro possa intervenire in questa complessa vicenda, rasserenando gli animi e riportando ad un giusto clima di armonia il confronto di idee all’interno di un costruttivo dialogo democratico circa la vicenda del Prof.Carlo”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità