Cronaca
Si torna al lago

Balneabilità dei laghi: ecco dove fare il bagno nel Lecchese

Quasi tutti i lidi promossi: niente tuffi alla Puncia a Bellano per la presenza di Escherichia coli

Balneabilità dei laghi: ecco dove fare il bagno nel Lecchese
Cronaca Lecco e dintorni, 12 Giugno 2020 ore 17:32

Con il ritorno della bella stagione (si spera!) l'Ats Brianza ha ricominciato a fornire i dati relativi alla balneabilità dei laghi in provincia di Lecco:  il Lario ovviamente, ma non solo. Ecco quindi la situazione e dove fare il bagno nel Lecchese.

Balneabilità dei laghi: ecco dove fare il bagno nel Lecchese

I campionamenti sono stati effettuati lo scorso 8 giugno ed ecco i risultati

Non balneabile il lido di Puncia a Bellano

Non è invece risultato idoneo alla balneazione il lido di Puncia a Bellano per la presenza di Escherichia coli  con valore maggiore di 1000 UFC* ogni 100 millilitri ed  enterococchi intestinali con valore maggiore di 500 UFC* ogni 100 millilitri.

Per quanto riguarda il lago di Pusiano sono le località che hanno ricevuto l'ok alla balneazione sono la Darsena Brera a Bosisio Parini e la Punta del Corno a Rogeno. Niente tuffi in località Ona ad Annone per la presenza cianobatteri con valore maggiore di 100000 cellule ogni millilitro.

Le raccomandazioni di Ats

"Data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, si ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi

 

E’ comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti:

 

  • evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
  • fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa;
  • sostituire il costume dopo il bagno.

 

Si sottolinea che il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali".