Lecco

Assembramenti pericolosi, Gattinoni: “Ogni giorno 17 mila studenti a Lecco, domani vertice per i trasporti” VIDEO

Gattinoni ha parlato anche di "movida" e prevenzione (possibilità di chiusura di strade e piazze dopo le 21). "In questa fase non è mia intenzione chiudere niente - ha assicurato il sindaco - Io mi fido del comportamento dei lecchesi e sono sicuro che abbiamo imparato la lezione".

Lecco e dintorni, 19 Ottobre 2020 ore 21:08

L’ordinanza di Regione Lombardia, il nuovo Dpcm firmato dal Premier Conte, l’incontro di tutti i sindaci del capoluogo in Regione: alla luce delle novità degli ultimi giorni sull’emergenza Coronavirus e sulla sua gestione, il neo sindaco di Lecco Mauro Gattinoni ha deciso di aggiornare i cittadini per fare il punto della situazione. Lo ha fatto nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 19 ottobre 2020, con un video messaggio trasmesso dalla propria pagina facebook. Dopo aver riassunto i punti salienti dei nuovi provvedimenti regionali e nazionali, e dopo aver ribadito i comportamenti da seguire (“Il Covid sta tornando quindi dobbiamo adottare le misure  individuali che non consentono il diffondersi del contagio ovvero mascherina sempre, lavare e igienizzare le mani, mantenere il distanziamento”) il primo cittadino della città capoluogo della nostra provincia ha insistito su due punti principali: assembramenti pericolosi e scuole.

Assembramenti pericolosi, Gattinoni: “Ogni giorno 17 mila studenti a Lecco, domani vertice per i trasporti”

Due aspetti strettamente legati l’uno all’atro. “Oggi sappiamo che le scuole sono luoghi sicuri grazie a tutte le regole e le procedure  introdotte – ha sottolineato Gattinoni – Tuttavia il problema parte al di fuori dei cancello dove ci sono ammassamenti sui marciapiedi, ammassamenti a  prendere i pullman. Ci sono le fiumane di studenti che escono dagli istituti e si dirigono in stazione. Ecco lì è il problema e il tutto avviene  in orari ristretti. Ogni giorno a Lecco transitano 17mila studenti. Per questo è intervenuto o il Dpcm  che dal 21 chiede alle scuole superiori di aprire dopo le 9 per decongestionare gli ingressi mattutini. E’ chiaro che questa è una misura sta creando subbuglio organizzativo. Si tratta di ridisegnare completamente l’afflusso alle scuole”.

Un lavoro non facile che sarà al centro dell’incontro che si svolgerà martedì 20 ottobre a Lecco. Un incontro, convocato con la Prefettura, che vedrà coinvolti Ats, responsabili scuola e responsabili dei trasporti.

A tutto ciò si aggiunge la didattica a distanza che in diversi istituti è già partita.

LEGGI ANCHE Didattica a distanza alternata nelle scuole superiori lecchesi: pronti Badoni, Rota, Bachelet e Greppi

No a chiusura di piazze e strade

Gattinoni ha parlato anche di “movida” e prevenzione (possibilità di chiusura di strade e piazze dopo le 21). “In questa fase non è mia intenzione chiudere niente – ha assicurato il sindaco – Io mi fido del comportamento dei lecchesi e sono sicuro che abbiamo imparato la lezione”.

LEGGI AHCHE Regione e sindaci vogliono un coprifuoco in Lombardia dalle 23 alle 5

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia