Cronaca
Non è la prima volta...

Assembramenti per un video musicale alle case Aler: necessario l'intervento dei Carabinieri

Cinque le pattuglie dei militari che sono dovute intervenire a più riprese

Assembramenti per un video musicale alle case Aler: necessario l'intervento dei Carabinieri
Cronaca Valle San Martino, 07 Febbraio 2022 ore 11:18

Si e' reso necessario l'intervento dei Carabinieri non una, ma ben due volte in una sola giornata per sgomberare pericolosi assembramenti che si erano formati durante le riprese di un video musicale. E' successo ieri, domenica 6 febbraio 2021 a Calolziocorte, nella zona delle Case Aler in via Di Vittorio.

Assembramenti per un video musicale alle case Aler

A segnalare la situazione pericolosa dal punto di vista sanitario e di disagio per il caos che si è formato, nel pomeriggio di ieri, sono stati alcuni residenti che hanno allertato il 112. In due occasioni 5 pattuglie dei Carabinieri si sono dirette a Calolzio e hanno invitato i giovani  (sette gli autori del video) a calmarsi e a non disturbare. Durante un secondo intervento è stata notata un'altra decina di giovani. Proprio questi ultimi, capita la malparata, si sono velocemente dileguati.

Il precedente

Non è la prima volta che i militari sono chiamati a intervenire a Calolzio per pericolosi assembramenti che si sono formati proprio in occasione delle riprese di alcuni video musicali. Lo scorso ottobre infatti i Carabinieri si erano precipitati sul lungo Adda dove il rapper 21enne Escomar, amico di Baby Gang , aveva radunato centinaia di giovani per un videoclip. Sia Escomar che Baby Gang sono stati poi arrestati, il primo a inizio gennaio con l'accusa di rapina. Medesima accusa anche per il rapper lecchese che è invece finito agli arresti il 20 gennaio scorso .

Aree "a rischio"

Proprio quella delle case Aler di via Di Vittorio, è una delle zone "a rischio" della cittadina. Non è un caso che solo poche settimane fa, durante un incontro del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica Prefetto, sindaco di Calolzio e forze dell'ordine  hanno valutato la necessità di implementare la videosorveglianza in particolare nelle aree adiacenti  via Di Vittorio ,Corso Europa e nella zona del Lavello

Seguici sui nostri canali