Cronaca
Lutto

Addio a Bruno Colombo, figura controversa e di spicco della politica Lecchese

Ex segretario del Pc in gioventù, poi passato a Forza Italia

Addio a Bruno Colombo, figura controversa e di spicco della politica Lecchese
Cronaca Lecco e dintorni, 25 Maggio 2020 ore 18:57

Un male crudele, manifestatosi negli ultimi mesi, si è portato via Bruno Colombo, 70 anni, di Ballabio. Imprenditore nel campo alimentare, sul fronte del controllo di qualità, era conosciutissimo a Lecco per la sua frenetica attività politica. Una passione sbocciata da giovane e che lo vide alla guida del Partito Comunista Lecchese poco più che ventenne.

Addio a Bruno Colombo, figura controversa e di spicco della politica Lecchese

Dopo travagliate vicende si è dedicato all'Amministrazione diventando sindaco di Ballabio, una partentesi della quale andava fiero  ma che coincise con un periodo burrascoso lambito anche da guai giudiziari. Vulcanico nella vita pubblica e privata lascia cinque figli avuti in due successivi matrimoni. Fumatore accanito obbediva ai moniti dei medici per qualche giorno, poi si rituffava in una interpretazione che lo ha visto cogliere l'attimo in una visione della realtà  ludica e generosa.

La sua parabola politica, attraverso anche passaggi arditi lo condusse poi a Foza Italia della quale divenne sul piano provinciale il leader incontrastato. I trascorsi non propriamente limpidi non gli permisero candidature in prima persona, ma a lui in verità piaceva più il ruolo di regista e si affannava e divertiva a inventare candidati e maggioranze negli Enti Locali e soprattutto al Comune di Lecco. Decisivo  fu il suo contributo alla formazione della Giunta Faggi nel 2006 e tre anni dopo altrettanto decisivo nella sua caduta. Da lì cominciò anche la sua eclissi  anche e la passione era sempre viva e seguiva le vicende locali e nazionali con il fiuto che gli era caratteristico.