Curiosità

13 case infestate dove nessuno passerebbe mai la notte: una è nel Lecchese

"Complice l’aspetto decadente, la struttura si è guadagnata la fama di “villa delle streghe”: numerose le storie che circolano intorno all’edificio, tra cui inspiegabili fatti di sangue ed inquietanti episodi legati al satanismo."

13 case infestate dove nessuno passerebbe mai la notte: una è nel Lecchese
Cronaca Valsassina, 06 Settembre 2021 ore 17:46

13 case infestate dove nessuno passerebbe mai la notte: una è nel Lecchese.  Stiamo parlando della casa stregata per eccellenza dalla provincia di Lecco, ovvero  Villa de Vecchi, la storica dimora situata nel comune di Cortenova che da anni affascina gli appassionati di occulto e non solo.

LEGGI ANCHE Pitone di 4 metri ritrovato sull'Alto Lago, incredibile

13 case infestate dove nessuno passerebbe mai la notte: una è nel Lecchese

A stilare la speciale classifica che vede la dimora lecchese addirittura al terzo posto assoluto, è stato il blog midnightfactory.it  che definisce Villa de Vecchi la casa più infestata d'Italia

Molti la conoscono come “la casa rossa”, per via del colore vermiglio che, un tempo, ricopriva l’intera facciata. Costruita nel corso del 1800 a Bindo (frazione di Cortenova, Lombardia) per il conte Felice De Vecchi, la villa si trova oggi in uno stato di completo abbandono. Complice l’aspetto decadente, la struttura si è guadagnata la fama di “villa delle streghe”: numerose le storie che circolano intorno all’edificio, tra cui inspiegabili fatti di sangue ed inquietanti episodi legati al satanismo.

 

Viaggio nella casa dei fantasmi lecchese

Villa de Vecchi  risale al 1857 ed è considerata da tutti un gioiello da preservare ed ammirare. Progettata dall'architetto Alessandro Sidoli per il patriota Felice de Vecchi, rappresenta un esempio di eclettismo e di splendida integrazione con il parco antistante e il cascinale. In passato il parco della villa ha ospitato anche una cerimonia ufficiale per festeggiare la vittoria contro gli austriaci nella battaglia di Magenta, visto che il proprietario aveva partecipato anche alle famose Cinque Giornate di Milano.Purtroppo l'edificio si trova da anni in uno stato di degrado causato dall'abbandono e dalle devastazioni compiute da vandali che a più riprese sono entrati tra le mura. La preoccupazione di perdere un elemento architettonico unico in Valsassina ha spinto alla formazione di un comitato aperto con la finalità di recuperare e restaurare la villa nell'interesse della popolazione di Cortenova. 

Le leggende

Sono tante, tantissime le leggende che ruotano intorno alla casa che i superstiziosi e gli amanti del mistero credono essere popolata dai fantasmi. Tra le più radicate la diceria che durante il  solstizio sia d'estate che d'inverno, dalla villa provenga la voce straziante di una donna che sarebbe l'amante assassinata, dello storico proprietario. Per non parlare di chi assicura di aver sentito il suono del pianoforte levarsi dalle stanze abbandonate. Tutte sciocchezze e ne è convinto anche   Giovanni Negri, figlio dell'ultimo custode, che appare nel video di Atlas Obscura.