Menu
Cerca

Vacanza tra mare, natura e cultura in Corsica

Vacanza tra mare, natura e cultura in Corsica
Attualità 30 Aprile 2021 ore 07:00

Moltissimi turisti raggiungono la Corsica ogni anno, specialmente dall’Italia. Questa bellissima isola, infatti, è davvero gettonata tra giovani ed adulti, grazie alla capacità dei territori di coniugare divertimento, natura e relax. La Corsica è descritta dallo scrittore Saint-Exupéry come un posto dove il sole fa l’amore con il mare, ed effettivamente, toccando le sponde dell’isola, non si può che dargli ragione.

Come raggiungere la Corsica

La Corsica è raggiungibile sia con l’aereo che con il traghetto. I voli che collegano l’Italia con uno dei quattro aeroporti principali (Ajaccio, Figari, Basta e Calvi) sono poco frequenti. I collegamenti marittimi, invece, sono in genere più frequenti. Se hai intenzione di raggiungere l’isola via mare, scegli il traghetto per la tratta andata e ritorno Corsica Savona, o qualsiasi altra tratta che collega l’isola, ricordandoti di prenotare in anticipo in modo da bloccare il prezzo migliore e organizzare bene il viaggio.

Il mare della Corsica

La Corsica è un’isola paradisiaca composta da scogliere scoscese, insenature rocciose e promontori che nascondono accuratamente le calette dal fascino misterioso. La natura selvaggia ed incontaminata, inoltre, circonda le bellissime acque cristalline e le distese di finissima sabbia bianca. Alcune spiagge sono facilmente raggiungibili, proprio per questo sono molto frequentate, come la Rondinara e la Palombaggia, situate tra Porto Vecchio e Bonfacio, o le spiaggette del nord che si trovano tra Calvi e Ile Rousse. Altre località dove rilassarsi cullati dalle onde marine, sono Lodo e Saleccia, all’interno del deserto di Agriates, raggiungibili con una motonavetta che parte da Saint Florent. La loro posizione un po’ fuorimano ha preservato il mare della zona, che funge da habitat per diverse tipologie ti pesci e fauna marina.

Le montagne della Corsica

Se si pensa a quest’isola francese, in genere si pensa al mare; tuttavia, meritano una visita anche i rilievi montuosi a picco sul mare che sono distribuiti sul territorio, ricoperti dalla macchia mediterranea, capace di sprigionare profumi incantevoli. Sulle vette dei rilievi, invece, la fitta vegetazione è costituita da verdi conifere. Il Parco naturale regionale, creato dal 1972, è stato istituito per preservare l’ambiente e le specie animali tipiche della zona, come i maiali selvatici, i mufloni e le aquile. Il parco è attraversato da due ramificazioni che attraversano l’isola: uno che va “da mare a mare” e l’altro, invece che va dal mare ai monti, attraverso i quali, gli amanti del trekking e delle attività a contatto con la natura, possono ammirare le due diverse anime della Corsica.

Il patrimonio culturale

La Corsica offre anche un patrimonio culturale davvero importante, come le cappelle romaniche di Castagniccia, le chiese barocche di Bastia e le fortificazioni che si trovano a Bonifacio. Infatti, la storia dell’isola è scolpita nella pietra, ed è possibile impararla ammirando le diversi torri genovesi, le rovine preistoriche ed i bastioni armati distribuiti sul territorio, realizzati per difendere i quattro angoli dell’isola dagli assalitori. Le chiese e le cattedrali sono molto armoniose con l’ambiente circostante, nonostante le facciate maestose, espressioni della cultura locale.