Attualità
Situazione drammatica

Risorse idriche al collasso: "Se la situazione non cambia a breve si interromperà la fornitura"

Lario Reti: "Non è da escludersi l’adozione di ulteriori misure di risparmio idrico"

Risorse idriche al collasso: "Se la situazione non cambia a breve si interromperà la fornitura"
Attualità Valsassina, 08 Agosto 2022 ore 10:18

I tanto attesi (in questo caso si potrebbe anche dire promessi e sperati) temporali sono arrivati in forma decisamente limitata (pur creando qualche danno)  e di certo l'acqua caduta non è bastata ad alleviare la siccità che sta attanagliando il territorio. Una crisi senza precedenti che sta spingendo tanto il gestore provinciale del servizio quanto le Amministrazioni ai ripari. E' il caso, ad esempio del Comune di Primaluna che ha risorse idriche al collasso.

Risorse idriche al collasso: "Se la situazione non cambia a breve si interromperà la fornitura"

E' proprio l'Amministrazione diretta dal sindaco Mauro Artusi a mettere in guardia tutti i cittadini attraverso una nota ufficiale che è stata diffusa nella tarda serata di ieri, domenica 7 agosto 2022.

"Appello alla cittadinanza. Lario Reti ha comunicato che le risorse idriche a Primaluna sono al collasso. Se la situazione non cambia, a breve si interromperà la fornitura di acqua o verrà limitata in alcuni orari. Invito la cittadinanza a limitare il consumo di acqua potabile al minimo indispensabile".

Il primo cittadino Artusi ha inoltre ricordato che già è in vigore da fine giugno  una ordinanza che che impone "il rigoroso contenimento del consumo dell’acqua potabile per  migliorare la resistenza e la resilienza del sistema di approvvigionamento e di amministrare al meglio la già contenuta risorsa idrica in vista di possibili situazioni emergenziali che potrebbero crearsi a seguito di un prolungamento dell’attuale crisi idrica".  Situazioni emergenziali che, al momento, purtroppo, sono all'ordine del giorno.

"Le portate delle diverse fonti di alimentazione (sorgenti e pozzi) non risultano più sufficienti a coprire gli elevati consumi da parte delle utenze servite. Risulta pertanto elevato il rischio di interruzione/limitazione delle forniture di acqua - spiegano ancora dal Comune  - Riempimento di piscine, lavaggio di autoveicoli, irrigazione  di prati: questi comportamenti non potranno più essere tollerati dal momento che, se la situazione idrica non dovesse mutare nel breve periodo, potranno compromettere gli stessi bisogni primari. Il Gestore sta adottando tutte le misure previste dal Piano di Emergenza ma la parte più importante in questo difficile momento la dobbiamo fare tutti noi.".

Lario Reti: "Non è da escludersi l’adozione di ulteriori misure di risparmio idrico"

Anche da Lario Reti Holding arriva un accorato appello a tutti i residenti della provincia di Lecco, non solo a quelli di  Primaluna.

"Le condizioni climatiche a cui è stato sottoposto il territorio della Provincia di Lecco negli ultimi mesi e l’aumento dei consumi dovuto al caldo stanno causando un progressivo e costante abbassamento delle falde acquifere e dei livelli del lago, nonché la riduzione della portata di molte sorgenti e pozzi.

Lario Reti Holding invita i cittadini a non sprecare la risorsa idrica, evitando l’uso dell’acqua per scopi diversi da quelli igienico/sanitari e a monitorare l’emissione di eventuali ordinanze di limitazione/riduzione dei consumi emesse dal proprio Comune.

Lario Reti Holding manterrà monitorata la situazione e non è da escludersi l’adozione di ulteriori misure di risparmio idrico su determinate porzioni del territorio Provinciale, di cui saranno eventualmente date specifiche comunicazioni in futuro".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter