Attualità
provinciale 51

Riapre finalmente la "Santa" interrotta da un mese

La strada era chiusa al transito veicolare per lavori di consolidamento del sovrappasso ferroviario. Venerdì scorso aveva riaperto alle autovetture la sola corsia da Lecco a Oggiono. La nuova ordinanza contiene però limitazioni di velocità e portata dei mezzi.

Riapre finalmente la "Santa" interrotta da un mese
Attualità Oggionese, 21 Luglio 2022 ore 10:39

La "Santa" riapre finalmente al transito, in entrambi i sensi di marcia, seppure con limitazioni per i mezzi pesanti. La strada provinciale Sp51 Era interrotta da un mese a causa dell'intervento di consolidamento strutturale del ponte sopra la ferrovia. L'ordinanza  che toglie i blocchi, a firma dell'ufficio tecnico della Provincia  di Lecco, è stata emessa oggi, giovedì 21 luglio 2022. Entrerà in vigore dalle 14 di domani, venerdì 22 luglio 2022.

Quasi conclusi i lavori: riapre la Santa

La chiusura della Sp51, per lavori di miglioramento strutturale del sovrappasso ferroviario  alla linea ferroviaria Lecco-Albate, risale ormai al 21 giugno scorso. Doveva durare fino al 15 luglio, ma la scorsa settimana è intervenuta una proroga del cantiere. Da venerdì 15 luglio il transito è stato riaperto unicamente agli automobilisti e nella sola direzione di marcia da Lecco a Oggiono, mentre per chi viaggia in  senso opposto era rimasto l'obbligo di deviazione attraverso la località La Rossa per sbucare poi sulla provinciale  all'altezza del passaggio a livello di Sala Al Barro.

Transito a doppio senso ma con limitazioni

Con la revoca dell'ordinanza di chiusura emessa quest'oggi, si riapre anche la carreggiata con direzione di marcia da Oggiono verso Lecco,  con però alcune limitazioni. Anzitutto il limite di velocità massima consentita di 30 km/h. Poi la limitazione al transito per i mezzi complessi o con massa superiore a  20 tonnellate. Questo per consentire il completamento e la finitura dei lavori in condizioni di sicurezza per le maestranze e per gli stessi utenti della strada. ma anch per gestire l'interferenza con il traffico ferroviario sulla sottostante linea Rfi.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter