Attualità
tAGLIO DEL NASTRO

Nuova vita per la ex maternità di Lecco che "rinasce" con il Politecnico

L'edificio, ultimo tassello che completa e arricchisce l'insediamento del Politecnico di Milano nel cuore della città di Lecco, ospita laboratori di ricerca, una sede dell'incubatore di impresa Polihub, il laboratorio Pier Luigi Nervi, aule per didattica innovativa, nonché gli archivi storici e tecnici della ditta Badoni di proprietà del Comune di Lecco

Nuova vita per la ex maternità di Lecco che "rinasce" con il Politecnico
Attualità Lecco e dintorni, 29 Settembre 2021 ore 14:31

Un momento importante per tutta la città, il simbolo della trasformazione e dell'evoluzione del capoluogo quello che ha rappresentato oggi, mercoledì 29 settembre 2021, il taglio del nastro dell'edificio Ex-Maternità di Lecco del Polo territoriale del Politecnico di Milano.

Nuova vita per la ex maternità di Lecco

L'edificio, ultimo tassello che completa e arricchisce l'insediamento del Politecnico di Milano nel cuore della città di Lecco, ospita laboratori di ricerca, una sede dell'incubatore di impresa Polihub, il laboratorio Pier Luigi Nervi, aule per didattica innovativa, nonché gli archivi storici e tecnici della ditta Badoni, di proprietà del Comune di Lecco. Un intervento di ristrutturazione allestimento durato 17 mesi per un importo complessivo di 7.300.000  euro, disponibili grazie al  contributo di Regione Lombardia, rappresentata oggi dall'assessore regionale all'Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala. Ospite della cerimonia anche il numero uno di Fondazione Cariplo Giovanni Fosti, e il presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli, che hanno contribuito al progetto di rinascita. Una trasformazione parzialmente autofinanziata dal Politecnico di Milano diretto dal Magnifico Rettore Ferruccio Resta che oggi, a Lecco, ha potuto ammirare l'opera compiuta. Gli interventi messi in campo hanno previsto un attento lavoro di conservazione del costruito esistente, insieme a una sapiente valorizzazione degli spazi interni e degli elementi architettonici caratteristici, donando all'edificio un volto completamente nuovo che impreziosisce il contesto urbano in cui è inserito.

Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico

"Non più un'università in cui si studia e basta ma un luogo di vita soprattutto per tornare ad avere le relazioni". Così ha definito l'ex maternità e il Campus proprio il rettore Resta, che ha guardato non solo al presente, ma anche al futuro che non può non essere rappresentato dai giovani.

"Qualunque territorio che avrà giovani che vogliono viverlo sarà una meta attrattiva. Se un territorio non è in grado di cogliere le esigenze dei giovani non saprà cogliere nemmeno le sfide. Un tempo il brand Politecnico di Milano ti faceva vivere di rendita. Adesso è un insieme di relazioni tra persone e istituzioni che hanno deciso che avevano bisogno di una università nel loro territorio, perché e lo strumento per avere i ragazzi sul territori".

Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Cariplo

Questo è uno degli emblematici di fondazione Cariplo. Quello che abbiamo fatto non è un investimento su una struttura fisica, bensì su una comunità. È un luogo di conoscenza e in grado di attrarre i ragazzi per sviluppare altra conoscenza. L'investimento sulle competenze e sulla formazione e la strada maestra per la crescita delle persone per la competitività dei territori produttivi  e per lo sviluppo del Paese. Per questo Fondazione Cariplo ha sostenuto con convinzione la riqualificazione e l'ampliamento del campus universitario di Lecco. Solo investendo sulla formazione di alta qualità, che sia in costante dialogo con l'eccellenza del tessuto imprenditoriale sarà possibile generare valore per tutta la comunità.

 

Claudio Usuelli, presidente della provincia di Lecco

"Obiettivo di questa opera era dare una possibilità ai nostri ragazzi nell'immediato ma in futuro anche al nostro Paese. Come Provincia abbiamo dato in comodato d'uso l'edificio per 30 anni perché per noi è un investimento sul futuro che cade in un periodo sicuramente non bello".

Fabrizio Sala, assessore regionale all'Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione

"Regione Lombardia è da sempre a fianco dell'università per rinnovare le strutture esistenti migliorando sempre più le aule e laboratori per fornire così a studenti e docenti strumenti sempre più innovativi. L'intervento di ristrutturazione a Lecco consente di ridare alla città e agli utenti uno spazio fruibile dai ragazzi e dai ricercatori per una didattica innovativa, al passo tempi con un attento lavoro di conservazione, aggiungendo però la modernità di nuovi materiali per rendere il campus ancora più attrattivo.  Gli spazi sono progettati per gli anni a venire perché si guarda al futuro. Questo è il momento migliore per il nostro Paese per cambiare le norme e le leggi perché c'è esigenza di crescere e rinascere. Quando dobbiamo essere efficienti è il momento migliore per fare le riforme".

Vico Valassi, presidente di UniverLecco

"Quando siamo partiti volevamo essere un punto di riferimento per il territorio e ci stiamo riuscendo. Fondazione Cariplo ci è sempre stata vicina, anche per stimolarci a dare il meglio. Senza Regione Lombardia questo campus non ci sarebbe stato".

Manuela Grecchi, prorettore del Polo di Lecco

"Il politecnico Milano è presente a Lecco del 1989 e qui ha trovato un’accoglienza straordinaria da un territorio propositivo, pronto al confronto e alla condivisione di intenti e obiettivi. Il cammino non è sempre stato in discesa, non sono mancate le difficoltà. Siamo cresciuti insieme alla città e oggi inauguriamo l’edificio che completa l’area del nostro campus. Si tratta di un  intervento strategico voluto fortemente dal territorio e reso possibile grazie alla lungimiranza e al lavoro di molte persone".

E' stata proprio la dottoressa Grecchi a descrivere la rinata struttura articolata su 4.000 metri quadrati. Al suo interno laboratori, aule multimediali, sale riunioni. Il piano zero ospita l'archivio Badoni. Poi il laboratorio per modelli e stampa 3d che è stato trasferito e ampliato per essere di supporto alla ricerca. A fianco un open Lab della didattica. Al primo piano le due aule multimediali e due laboratori.   Al secondo piano uno spazio Polihub e il laboratorio Pierluigi Nervi per attività di ricerca e nel restauro del moderno. E infine il laboratorio interdipartimentale.

Il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni

"Siamo sulla rampa di lancio di un intero territorio e dobbiamo investire. Avremo la possibilità di ospitare qui l'archivio Badoni affinché possa diventare un esempio per i nostri studenti. Vogliamo che Lecco e il territorio siano attrattivi anche come luogo di residenza. Scommettiamo sul talento e sul futuro in qualsiasi forma si possa presentare".