Nuova Lecco Ballabio: è stata confermata la riapertura il 10 gennaio, ma solo di giorno. Questo, in estrema sintesi il risultato del vertice che si è svolto nella mattinata di oggi, giovedì 5 gennaio 2023 in Prefettura a Lecco. Presenti questa mattina i membri del Comitato Operativo per la Viabilità, il  Presidente della Comunità Montana della Valsassina e i rappresentanti del trasporto pubblico locale.

Nuova Lecco Ballabio: confermata la riapertura il 10 gennaio

ANAS ha assicurato la riapertura al transito della strada statale nel corso della giornata di martedì 10 gennaio 2023. La circolazione avrà le limitazioni delle carreggiate con cantieri aperti, limite di velocità a 30 Km/h e segnaletica orizzontale dedicata. 

RAC chiusa di notte per 2 settimane

Per i primi 15 giorni, la strada resterà interrotta, dalle 22 alle 5, per consentire, durante le ore a traffico estremamente ridotto, un’accelerazione dei lavori in corso.

Novità sulla vecchia Lecco Ballabio

Nei giorni della prossima settimana che precedono la riapertura della S.S. 36 RAC, la circolazione stradale sulla SP 62 continuerà ad essere regolata con senso unico alternato, con un’importante modifica, che è stata oggi suggerita dagli organi di Polizia Stradale e Locale e ha trovato concordi tutti i membri del tavolo.

9  e 10 gennaio stop ai camion in salita dalle 6.30 alle 8

Ed infatti, in via cautelativa ed in ottica di prevenzione di eventuali criticità nel flusso veicolare nei giorni della riapertura delle scuole e degli uffici, si è concordata l’introduzione di una fascia di garanzia, con inibizione al transito dei mezzi di massa superiore alle 3,5 t, per i giorni 9 e 10 gennaio dalle ore 6,30 alle ore 8,00 nel solo senso di marcia, in salita, da Lecco a Ballabio. Si è confermato, per il resto, il dispositivo viabilistico in atto fino al ripristino effettivo della circolazione in SS 36 RAC.

Sabato senso unico alternato con movieri

E’ stato, inoltre, concordato che sabato  7 gennaio  sarà comunque attuato il dispositivo del senso unico alternato con  esperti movieri dalle  6alle 14 per  prevenire possibili disagi del flusso veicolare in una giornata di prevedibile maggior traffico sia per il rientro dei residenti dalle seconde case, ad esito delle festività natalizie, sia per la possibile presenza di turisti in vacanza presso le località sciistiche della zona. 

"Si auspica, con le difficoltà proprie della previsione e gestione dell’imponente evento franoso, che le ulteriori cautele nell’interesse della sicurezza stradale e l’imminente prossimità della data del ripristino della circolazione ordinaria sulla statale, possano ridurre al minimo i disagi della mobilità - sottolineano dalla Prefettura -  Tanto, nel pieno convincimento che sia stata attuata, nell’affrontare la grave problematica, un’efficace sinergia e un’effettiva leale collaborazione tra tutte le componenti coinvolte sia nel sistema multilivello di protezione civile che nella gestione delle crisi viabilistiche".