Attualità
Calolziocorte

Luminarie accese oltre l'Epifania: monta la polemica

"Enel ci ha garantito che non ci verrà addebitato più nulla ma resterà in carico a loro il costo della corrente”

Luminarie accese oltre l'Epifania: monta la polemica
Attualità Valle San Martino, 12 Gennaio 2023 ore 11:43

Luminarie accese oltre l’Epifania: monta la polemica a Calolziocorte. Nelle ultime ore sono state diverse le segnalazioni da parte di alcuni calolziesi riguardanti le luminarie natalizie, posizionate e offerte alla comunità come ogni anno dai commercianti cittadini, rimaste accese anche a distanza di alcuni giorni dall’Epifania che, come recita anche un antico proverbio, tutte le feste “dovrebbe” portar via.

Luminarie accese oltre l'Epifania: monta la polemica

“Siamo all’11 di gennaio, - scrive un residente - le feste sono finite ma l'illuminazione natalizia sulle strade di Calolziocorte è ancora accesa. Non voglio fare polemica ma l'Amministrazione Comunale prima delle feste non aveva scritto che non c'erano tante risorse per l'illuminazione? Ora mi chiedo: questo non è uno spreco?”.

Il riferimento è chiaramente alle considerazioni che il primo cittadino calolziese, Marco Ghezzi, aveva espresso prima delle festività in merito ai continui rincari sui costi dell’energia elettrica che, oltre alle famiglie e ai privati, stanno mettendo sempre più in ginocchio anche aziende, enti e Amministrazioni comunali.

“Visto che il Comune ha costi esorbitanti per l'aumento dell'energia elettrica - aggiunge la consigliera di Cittadini Uniti Sonia Mazzoleni - e considerato che il mese scorso l'Amministrazione ha lasciato alcune zone della città al buio... non è il caso di spegnere ste luminarie? Magari non se ne sono accorti”.

In risposta ai dubbi espressi è intervenuta la stessa presidente di Confcommercio Lecco Zona Valle San Martino Cristina Valsecchi: “Come responsabile delle luminarie - afferma - preciso che il contratto straordinario fatto con Enel, solamente per le luminarie, scadeva il giorno 7 gennaio. Da quel momento è quindi decaduto il nostro contratto e, come successo anche l’anno scorso, Enel ci ha garantito che non ci verrà addebitato più nulla ma resterà in carico a loro il costo della corrente”.

Luca de Cani

 

Seguici sui nostri canali