Attualità
Il progetto

La nuova passerella ciclo pedonale sull'Adda "prende forma"

Convocata per il prossimo 26 aprile la Conferenza dei Servizi

La nuova passerella ciclo pedonale sull'Adda "prende forma"
Attualità Lago, 08 Aprile 2022 ore 09:18

Prende forma e corpo il progetto di creazione della nuova passerella ciclo pedonale sul fiume Adda che dovrebbe collegare i Comuni di Colico e Gera Lario.

La nuova passerella ciclo pedonale sul fiume Adda "prende forma"

Stiamo parlando dell'opera, di cui si parla da anni,  fortemente voluta dall'Amministrazione comunale di Colico  e da Regione Lombardia. La passerella potrebbe essere infatti un tassello  fondamentale  per rendere effettivo un itinerario ciclabile continuo dal Fiume Po a Bormio che si estende per circa 300 km, sviluppato in coerenza alle previsioni di Regione Lombardia e al Piano Regionale della Mobilità Ciclabile. Con la passerella  verrebbe assicurato un collegamento sicuro e protetto per pedoni e ciclisti, connettendo le piste ciclabili che si sviluppano lungo i due argini opposti del fiume Adda verso la Valtellina, la Valchiavenna e la Provincia di Como, oltre che con la Provincia di Lecco.

La nuova passerella ciclo pedonale sull'Adda "prende forma"

Il progetto ha fatto dei decisi passi in avanti: nell’autunno 2021 è stato depositato presso il Comune di Colico il progetto definitivo dell’opera dal progettista incaricato Ing. Salvatore Giacomo Morano. Quindi sono stati  effettuati sia lo studio per la valutazione di incidenza che  lo studio di approfondimento avifauna con specifici rilievi sull’area.

Analisi dalle quali, sottolineano dal Comune di Colico "è emerso che  l’incidenza, diretta o indiretta, delle opere in progetto sugli obiettivi di conservazione dei siti è non significativa”. Per questo è stata indetta, per il giorno prossimo 26 aprile 2022 alle  09.30, la Conferenza di Servizi Istruttoria per l’esame degli interessi pubblici coinvolti nel progetto definitivo dell’opera.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter