un incontro oltre confine

Dalla Repubblica Ceca ad Abbadia Lariana: "Possiamo solo dire děkuji - grazie"

Tomas Vesely, il leader del gruppo del "Moto Guzzi fan club bohemia" ha raggiunto Abbadia Lariana in occasione del centenario, nonostante il programma cancellato. Con lui altri 13 appassionati

Dalla Repubblica Ceca ad Abbadia Lariana: "Possiamo solo dire děkuji - grazie"
Attualità Lago, 12 Settembre 2021 ore 18:26

Dalla Repubblica Ceca ad Abbadia Lariana per il centenario della Moto Guzzi. Un incontro che ha messo in moto la "macchina" del gemellaggio.

Dalla Repubblica Ceca ad Abbadia Lariana

"Vogliamo ringraziare questi nuovi amici che ci hanno sorpreso con tanto calore e affetto!" A parlare è Tomas Vesely, il leader del gruppo del "Moto Guzzi fan club bohemia" che, partito da Bosonohy in Repubblica Ceca, ha raggiunto Abbadia Lariana in occasione del centenario della Moto Guzzi, che nonostante abbia visto il programma ufficiale cancellato per le restrizioni Covid e rimandato all'anno prossimo le celebrazioni ha comunque richiamato migliaia di appassionati.

Una grande accoglienza

Tra gli amanti dell'aquila che non si sono fermati di fronte alla cancellazione, Tomas Vesely: "Siamo partiti da Bosonohy dove abito e con me altri 13 appassionati cechi, alcuni anche della regione di Praga, siamo arrivati a Mandello. Prima di partire ho avvisato del mio viaggio il mio amico vicesindaco Miloslav Docekal che mi ricordato la vicinanza del nostro paese gemello in Italia con Mandello del Lario. "Avviso subito Alberto", mi ha detto ma io non conoscevo nessun Alberto fino a ieri. E poi... che dire? siamo entusiasti e sorpresi della accoglienza che Abbadia Lariana ci ha riservato con l'accoglienza addirittura del Sindaco. Inoltre abbiamo pranzato con tanti amici italiani: li abbiamo invitati a trovarci per poter contraccambiare: chi vorrà venire a Brno Bosonohy o a Praga è il benvenuto da Abbadia Lariana e sapremo ricambiare. Grazie e a Presto!"

dalla repubblica ceca ad abbadia lariana

Durante il covid accadeva questo

Le parole del Sindaco Roberto Azzoni sono state toccanti durante l'accoglienza in Sala Civica di Abbadia, sabato mattina: "Siamo ancora molto toccati dal vostro gesto della primavera 2020: durante la fase acuta del Covid in Italia ci avete donato la somma che avevate stanziato per accoglierci nel vostro paese durante il nostro previsto viaggio annuale; siccome le norme vietavano scambi tra stati ci avete inviato circa 4,000 euro che sono stati destinati ai bambini degli asili di Abbadia, in quel momento in grave difficoltà. Non conosciamo repliche in nessun altro stato Europeo di un gesto così generoso: i fondi sono serviti anche per realizzare una casetta in uno degli asili che permette ai bambini di ripararsi dal sole o dalla pioggia: una bella metafora che ben rappresenta il vostro gesto. Abbadia e i nostri bambini ve ne sono davvero grati".

La "macchina" dei gemellaggi è ora in moto

Domenica il gruppo ha lasciato il Lario per rientrare in Cechia, qualcuno con calma, prevedendo una o due soste lungo i mille chilometri necessari al rientro, altri con una tratta unica per poter rientrare a lavoro lunedì mattina.
"Insomma, - commenta Alberto Spagnolo - una bella accoglienza che permettere di rafforzare la nostra amicizia con Bosonohy, non che ce ne fosse bisogno, e anche di allargare la cerchia di amici in Repubblica Ceca. Questi giorni in cui siamo stati insieme tra di noi amici sono serviti anche per rimettere in moto la "macchina" del nostro Comitato Gemellaggi".

dalla repubblica ceca ad abbadia lariana

Progetti e obiettivi futuri che non mancheranno di esserci

"Siamo fermi da molto tempo per il Covid ma la nostra voglia di viaggiare e conoscere nuove mete e nuove persone è stata sopita troppo a lungo - continua Spagnolo. - Adesso abbiamo bisogno di riprendere a viaggiare e incontrare i nostri amici pur con tutte le precauzioni del caso. La prossima settimana riprendiamo le riunioni e nasceranno sicuramente nuove attività e nuove occasioni per tutti: i viaggi del Comitato gemellaggi sono sempre organizzati scrupolosamente e la gente ce lo riconosce sempre: è ora di riniziare. Colgo l'occasione per ringraziare tutto il Direttivo de gemellaggio: in 36 ore abbiamo preparato tutto il necessario per l'accoglienza con l'aiuto di tutti: questa efficienza è sprecata. Dobbiamo invece utilizzarla per nuove iniziative che non mancheranno".

LEGGI ANCHE A Malgrate un concerto benefico a favore della Onlus "Un cuore un mondo"