Attualità
Trasporti

Besanino: entro maggio 2022 la prima progettazione per l'elettrificazione

Fragomeli: "RFI mi ha ufficialmente comunicato che tra circa quattro mesi, entro cioè la fine di maggio 2022, il PTFE sarà completato"

Besanino: entro maggio 2022 la prima progettazione per l'elettrificazione
Attualità Lecco e dintorni, 13 Gennaio 2022 ore 17:25

"A distanza di alcuni mesi dal precedente incontro con la dirigenza di RFI, continua la mia azione di pressing tesa a promuovere la realizzazione dell’elettrificazione della linea ferroviaria Monza-Molteno, in maniera tale da raccordarsi, completandola, con l’elettrificazione della già finanziata linea Como-Molteno-Lecco". Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese della Brianza e Capogruppo PD in Commissione Finanze alla Camera, commenta così i nuovi, positivi, risvolti sul fronte del progetto di elettrificazione del Besanino, ovvero linea Milano-Lecco, via Monza-Molteno.

LEGGI ANCHE Besanino: la corsa storica dal prossimo anno starà stabile

Besanino: entro maggio 2022 la prima progettazione per l'elettrificazione

Prosegue il parlamentare dem: "Dopo aver ottenuto l’avvio della progettazione di fattibilità tecnico ed economica (PFTE), vale a dire il primo passaggio progettuale necessario ad approfondire le analisi di contesto e l’affinamento di alcune soluzioni progettuali, la Direzione di RFI mi ha ufficialmente comunicato che tra circa quattro mesi, entro cioè la fine di maggio 2022, il PTFE sarà completato. Grazie a questa prima fase, conosceremo l’effettivo valore dei costi da sostenere per la realizzazione dell’elettrificazione del Besanino. A ciò, seguirà l’impegno per avviare, sempre entro il 2022, la progettazione definitiva dell’opera. In parallelo all’avanzamento dello stato di progettazione definitiva, lavoreremo quindi per reperire le risorse necessarie a finanziare l’intervento complessivo. Un programma ambizioso che, se confermato, porterebbe ad effettuare la gara per la realizzazione dei lavori nel periodo a cavallo tra gli anni 2023 e 2024. Sono ovviamente ben consapevole che il percorso che abbiamo davanti è ancora lungo tuttavia, dal momento che l’infrastrutturazione ferroviaria è uno dei principali obiettivi del PNRR per la riduzione delle emissioni e dell’inquinamento ambientale, credo che l’obiettivo sia realmente a portato di mano". 

"Tale risultato - conclude Fragomeli - sarà naturalmente frutto del grande lavoro condiviso da tutti gli Enti territoriali coinvolti e promosso, con costanza e determinazione, dai comitati dei pendolari. Ciò permetterà di incrementare la regolarità e l’affidabilità di un servizio fondamentale, che sarà finalmente a misura di un territorio laborioso quale è il nostro. Continuerò pertanto a monitorare, con la dovuta attenzione e regolarità, l’avanzamento dell’opera e a darne compiuta comunicazione a tutti i cittadini".