Altro
Lecco

Sacchi rossi: prime multe, emessi 45 verbali

Gli accertamenti sono stati avviati all'inizio di febbraio: 622 sacchi controllati, 181 quelli per cui è stato identificato il potenziale trasgressore, in prevalenza di utenza non domestica.

Sacchi rossi: prime multe, emessi 45 verbali
Altro 25 Febbraio 2022 ore 17:39

Sacchi rossi: prime multe nella città di Lecco. Nel primo mese sono 45 i verbali emessi dalla Polizia locale del capoluogo lecchese.

Sacchi rossi: prime multe

Il dato è stato reso noto dall'Amministrazione comunale di Lecco in una nota che dà conto del primo mese di accertamenti sul campo.  Questi ultimi, finalizzati a verificare il rispetto del nuovo obbligo di utilizzo del sacco rosso per la frazione indifferenziata, sono iniziati con il 1° febbraio.  I controlli sono condotti dalla Polizia Locale e dagli operatori di Silea ed Econord. L'avvio della ricognizione ha fatto seguito alla campagna di distribuzione, alla sperimentazione e alla sensibilizzazione nei confronti dell'obbligo sancito con l'ordinanza sindacale del 23 luglio 2021.

Accertamenti nel centro cittadino

Gli accertamenti, tuttora in corso, hanno interessato in particolar modo la zona del centro cittadino. Dall'inizio del mese fino a mercoledì scorso,  23 febbraio ​2022,  sono stati controllati 622 sacchi totali. E' stato possibile identificare ​il potenziale trasgressore in 181 casi (pari a circa il 30% del totale dei sacchi aperti), con prevalenza di utenze non domestiche. Rispetto ai sacchi identificati, e reputati non conformi, sono stati emessi ad oggi 45 verbali, ed altri sono al vaglio degli uffici della Polizia Locale per l'emissione nei tempi tecnici istruttori.

Multe da 25 a 500 euro

L'Amministrazione comunale ricorda che, ai sensi del regolamento comunale che disciplina la gestione dei rifiuti urbani,  è sanzionato il conferimento dell’indifferenziato in modalità diversa da quella stabilita (sacco rosso) e in giorni/orari diversi da quelli previsti dalla zona di appartenenza. Le violazioni al regolamento comunale, qualora non costituiscano reato e non siano sanzionate da normative di livello superiore come il Codice dell’Ambiente e il Nuovo Codice della Strada, sono punite con sanzioni amministrative che possono variare da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

L'assessore: "I cittadini hanno compreso il valore ambientale e economico del sacco rosso"

Così l'assessore all'Ambiente del Comune di Lecco Renata Zuffi: "Gli esiti degli accertamenti in materia di sacco rosso evidenziano che i cittadini hanno compreso il valore ambientale ed economico del sacco rosso: per tale ragione, l'Amministrazione, congiuntamente con la Polizia Locale e con Silea, continuerà a monitorare i comportamenti e a sanzionare le non conformità rilevate, affinché il sistema di raccolta continui a essere efficace".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter