Menu
Cerca
Comunicato

Confcommercio Lecco raccomanda di attenersi alle indicazioni in vigore già da oggi

Confcommercio Lecco invita a seguire le nuove direttive.

Confcommercio Lecco raccomanda di attenersi alle indicazioni in vigore già da oggi
Altro Lecco e dintorni, 08 Marzo 2020 ore 12:22

Confcommercio Lecco ha condiviso un comunicato con il quale invita tutti ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni, in vigore già dalla giornata odierna.

Confcommercio Lecco: “Attenersi scrupolosamente alle norme”

Il DPCM dell’8 marzo, contenente misure valide fino al 3 aprile in tutta la regione Lombardia prevede numerose disposizioni che interessano il mondo del commercio, del turismo e dei servizi. Confcommercio Lecco, consapevole della situazione complessa e problematica, invita tutti ad attenersi scrupolosamente alle norme, in vigore già dalla giornata odierna.

Ecco le principali misure previste dal DPCM 8 marzo

  • Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione;
  • Sono consentite le attività commerciali diverse da quelle di cui al punto precedente a condizione che il gestore garantisca un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti  di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche  dei  locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le richiamate strutture dovranno essere chiuse;
  • Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali,  il gestore dei richiamati  esercizi deve comunque predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In  presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro le richiamate strutture dovranno essere chiuse. La chiusura NON è disposta per farmacie, para-farmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli