Eventi
Curiosità

Nonna Carmelina a Natale ha spento 100 candeline

Grande festa in occasione dei cento anni di nonna Carmelina una delle decane di Calolziocorte.

Nonna Carmelina  a Natale ha spento 100 candeline
Eventi Valle San Martino, 27 Dicembre 2022 ore 15:55

Il suo nome è Maria Bonvicino, ma tutti la chiamano nonna Carmelina. E' certamente una delle più anziane della città visto che il giorno di Natale ha compiuto 100 anni.

La festa per nonna Carmelina

Proprio il giorno di Natale Maria Bonvicino vedova D’Antuono, ha festeggiato un secolo di vita.    Tutti però la chiamano nonna Carmelina. L'anziana ha intorno a sé una grande famiglia:  5 figli, 13 nipoti e 19 pronipoti. Attualmente nonna Carmelina si trova a Calolziocorte ma è originaria di Battipaglia, Salerno.  Poi, giovanissima  si era  trasferita a Gragnano in provincia di Napoli. Sposata a 21 anni era andata ad abitare a Grazzanese in provincia di Caserta nella fattoria del suocero e in paese aveva lavorato come barista fino al 1958. Raccontano i figli: "Con il papà si volevano molto bene, lui era tutto per lei”. A 22 anni era già mamma del primo figlio, a 33 anni ha partorito Romana, l’ultima dei 5 figli sempre a Grazzanese.

L'arrivo nel Nord Italia

Quindi il trasferimento con la famiglia a Milano, in seguito all'acquisto di un bar in viale Monza e nel capoluogo meneghino  si sono sposati tutti i suoi figli. Nonna Carmelina vive a Calolziocorte da circa 8 anni, abita in centro con la figlia Romana, che avendo un’attività lavorativa, si avvale del sostegno della sorella Maria.

L'assessore Balossi

Racconta l'assessore ai Servizi sociali Tina Balossi che si è recata a trovarla per portarle i suoi auguri: "Nonna Carmelina è molto dolce e rispettosa, dice che ai suoi tempi ai genitori si dava del “Voi” e queste caratteristiche ancora oggi si notano nei suoi atteggiamenti. Le figlie ricordano che mentre  impastava la farina per fare le pagnotte di pane, è nata la seconda figlia Maria tra le braccia della nonna paterna che si chiamava anche lei Maria.  Alle prime doglie il marito era  corso “a prendere” la levatrice". Ma quando  "papà e la levatrice sono arrivati, la trovarono con la piccola già in braccio".

Tramandare ai figli rispetto ed educazione

Nonna Carmelina è ancora lucida e a chi le chiede cosa si sente di  consigliare ai giovani e alle coppie di oggi risponde: "E' importante tramandare ai figli il rispetto e l’educazione”. Il giorno di Natale  figlie e le nipoti le hanno preparato dei fantastici dolcetti tipici della tradizione campana e confezionato delle stelle di Natale con una frase in dialetto napoletano.

Seguici sui nostri canali