Eventi
Traguardi

Festa Acli per i 100 anni delle bandiere bianche: "Dalle origini ai giorni nostri"

"Parlare di Leghe Bianche e del mondo sindacale e associativo che ad esse seguirono vuol dire trattare di un’esperienza fatta di idee e azioni ispirate, visibilmente ed esplicitamente prima, e implicite nelle loro manifestazioni poi, ai valori della fede cattolica, un’esperienza di uomini e donne, religiosi e laici, mossi dalla consapevolezza di appartenere a una realtà ecclesiale che richiedeva d’impegnare le proprie capacità per il bene di tutti, singoli e comunità"

Festa Acli per i 100 anni delle bandiere bianche: "Dalle origini ai giorni nostri"
Eventi Lecco e dintorni, 11 Dicembre 2021 ore 16:49

In occasione del centenario della bandiera delle “Leghe Bianche”, risalente al 15 maggio 1921, bandiera affidata alle ACLI lecchesi dalla famiglia dell’On. Celestino Ferrario il 15 maggio del 1961, è stata organizzata una manifestazione per ripercorrere insieme la storia, per arrivare ai giorni nostri e al rinnovato impegno delle ACLI nella società civile.

Festa Acli per i 100 anni delle bandiere bianche

L’evento si svolgerà domenica 12 dicembre 2021 presso il Cinema Teatro Jolly di Olginate (LC), Via Don Carlo Gnocchi 15, secondo il seguente programma:
- 9.30: accoglienza partecipanti
- 9.45: presentazione dell’evento;
- 9.50: saluti delle istituzioni;
- 10.15: dalle “Leghe Bianche” alla nascita delle ACLI;
- 11.00: coffee break;
- 11.20: l’impegno delle ACLI di oggi, a cura di Roberto Rossini (già Presidente nazionale
Acli);
- 12.30: pranzo conviviale.

"Parlare di Leghe Bianche e del mondo sindacale e associativo che ad esse seguirono vuol dire trattare di un’esperienza fatta di idee e azioni ispirate, visibilmente ed esplicitamente prima, e implicite nelle loro manifestazioni poi, ai valori della fede cattolica, un’esperienza di uomini e donne, religiosi e laici, mossi dalla consapevolezza di appartenere a una realtà ecclesiale che richiedeva d’impegnare le proprie capacità per il bene di tutti, singoli e comunità - recita il comunicato diffuso da Acli per pubblicizzare l'evento -  Ripercorrere la storia di fine ottocento e di inizio novecento, per arrivare alla nascita del sindacato unico e poi delle ACLI, negli anni ’40, è l’occasione per rimarcare i valori fondativi del movimento e per calarli nella società dei giorni nostri nella quale bisogni e necessità sono diversi e richiedono nuove e rinnovate capacità di intervento. Ci guiderà nella riflessione sui valori e sull’impegno delle ACLI di oggi Roberto Rossini, già Presidente nazionale delle ACLI, portavoce dell’Alleanza contro la povertà in Italia. Interverranno all’evento Marco Passoni, Sindaco di Olginate, Giovanni Cattaneo, Assessore all’attrattività territoriale del Comune di Lecco, in rappresentanza del Sindaco, Mauro Gattinoni, Don Matteo Gignoli, Parroco di Olginate. Introduce e modera Anna Pozzi, giornalista e scrittrice"

La bandiera delle Leghe Bianche

"Il 15 Maggio 1921 era la data fissata per le elezioni politiche e cadeva anche il trentesimo anniversario dell’Enciclica “Rerum Novarum”. Per quella data era stata organizzata una grande manifestazione da parte dell’Ufficio del Lavoro di Lecco per l’inaugurazione della bandiera circondariale che riporta appunto la data del 15 Maggio 1921 - racconta il comunicato -  La bandiera era il simbolo della riconoscenza del mondo del lavoro cattolico lecchese verso Papa Leone XIII che donò alla Chiesa e al mondo quell’importante e fondamentale documento. La bandiera, che porta sopra la croce il motto “Proletari di tutto il mondo unitevi in Cristo”, (in alternativa al Manifesto marxista del 1848 “Proletari di tutto il mondo unitevi”) fu successivamente nascosta e gelosamente custodita da Celestino Ferrario per sottrarla al sequestro e alla distruzione da parte della polizia fascista, insieme a quella della Lega del Lavoro di Mandello del Lario, anch’essa salvata dalla distruzione. Questi era Sindacalista “bianco”, giunto da Monza per seguire in particolare i lavoratori del settore tessile, molto presenti in tutto il territorio. Sarà deputato alla Costituente 1946 per la DC e poi parlamentare alla Camera dei Deputati, sempre per la Democrazia Cristiana di Alcide De Gasperi, dal 1948 al 1958. Il 15 maggio 1961 fu affidata dalla famiglia Ferrario alle ACLI Provinciali di Lecco".