mini basket

Starlight Valmadrera, Camilla Allevi è la nuova cestista in arrivo dalla Comasca

Camilla Allevi: "Darò il massimo per raggiungere insieme alle mie compagne l’obiettivo prefissato"

Starlight Valmadrera, Camilla Allevi è la nuova cestista in arrivo dalla Comasca
Sport Lecco e dintorni, 08 Agosto 2021 ore 11:51

Continua il mercato e la squadra della Starlight Valmadrera ha portato a casa una giovane e talentuosa cestista: Camilla Allevi.

Starlight Valmadrera, pronti per la nuova stagione

Altro arrivo di mercato per la compagine cestistica femminile della Starlight Valmadrera, società pronta per entrare nel vivo della stagione 2021-2022 nel prossimo campionato di serie B, il nuovo innesto nel roster valmadrerese si chiama Camilla Allevi, atleta nata a Como il 4 febbraio 2002, residente a Cantù fresca diplomata in Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, e da settembre studentessa universitaria di Scienze Psicosociali della Comunicazione presso Bicocca (Milano).

Conosciamo meglio la giovane atleta

"A 4 anni ho praticato ginnastica artistica. Ma sono subito passato alla pallacanestro nonostante i miei fossero entrambi allenatori di pallavolo. Curioso vero?"

E come mai questa scelta?

"Mi sono avvicinata al basket quando avevo 5 anni, al compleanno di mio fratello. Gli hanno regalato un pallone da basket ed era come se l’avessero regalato a me: era più grande di me, ma da quel momento me ne sono innamorata e non l’ho più lasciato, tanto che sono andata da mia mamma e le ho detto: a Settembre iscrivimi a minibasket”.

Decisamente carina la storia. Ci racconti il tuo curriculum?

"La mia storia cestistica? Ho giocato al minibasket Cantù insieme ai maschi fino all’età di 12 anni. Mi sono, poi, avvicinata alla pallacanestro femminile inizialmente con la Comense, per una sola stagione, per poi approdare a Costa Masnaga. Qua in 7 anni mi sono formata a 360° sia come persona sia come giocatrice, togliendomi diverse soddisfazioni: scudetto U16 e U18, esordio e partecipazione al campionato di serie A2 e A1, e chiamata della nazionale italiana".

Come nasce il contatto con Valmadrera?

"Sono stata contattata sia dal presidente Pino Scelfo sia dal coach Stefano Zucchi. Mi hanno fatto fin da subito una buona impressione e si sono mostrati molto interessati nei miei confronti".

Non ci hai pensato un attimo, quindi, a dare la tua disponibilità per la prossima stagione?

"Ho detto di sì a Valmadrera perché sono convinta e soddisfatta del progetto che mi ha proposto la società. Ho recepito una forte determinazione e della voglia di far bene. Credo, dunque, che sia la scelta giusta per me".

Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?

"Innanzitutto spero si torni a giocare una pallacanestro sana, senza stop causa Covid, in cui ci si diverte e si combatte ogni partita. Le aspettative sono tante, spero di fare un buon campionato con la mia nuova squadra e di migliorare e crescere individualmente>>.

Una promessa che fai a te stessa ed alla società della Starlight?

"Una promessa che faccio alla mia nuova società? Sono stata molto contenta della vostra chiamata. E’ importante il rapporto con la stampa e la comunicazione. Darò il massimo per raggiungere insieme alle mie compagne l’obiettivo prefissato".