Sport
Sport ed emozioni

Panathlon Club Lecco: premiati gli eroi dello sport 2022

A ricevere il premio più prestigioso come “Atleta dell’anno 2022” è stato lo sciatore Tommaso Sala

Panathlon Club Lecco: premiati gli eroi dello sport 2022
Sport Lecco e dintorni, 14 Dicembre 2022 ore 15:08

Sport e convivialità: consegnati i Premi Panathlon Club Lecco in una serata completamente dedicata ai campioni dello spor lecchesi. È andata in scena nella suggestiva cornice dell’agriturismo “Cascina don Guanella” di Valmadrera, regno incontrastato dello sportivissimo don Agostino Frasson, la Conviviale Natalizia del Panathlon Club Lecco che ha colto l’occasione per consegnare i Premi Panathlon 2022.

Panathlon Club Lecco: premiati gli eroi dello sport 2022

Alla regia della cerimonia, come da tradizione il presidente del Club Andrea Mauri che dopo una breve introduzione di Marco Corti ha salutato gli ospiti presenti tra i quali, oltre ai soci del sodalizio, hanno spiccato il Questore di Lecco Ottavio Aragona, l’assessore allo sport dal Comune di Lecco Emanuele Torri con il presidente del consiglio comunale Roberto Nigriello e il sindaco di Cortenova Sergio Galperti.


“Ringrazio tutti i presenti - ha commentato il presidente Mauri - per essere qui con noi a celebrare lo sport lecchese e i suoi valori che il nostro Club promuove con grande spirito di iniziativa sul territorio”.

Tommaso Sala “Atleta dell’anno 2022”

A ricevere il premio più prestigioso come “Atleta dell’anno 2022” è stato lo sciatore Tommaso Sala, slalomista di Casatenovo e primo lecchese a partecipare ad un Olimpiade (Pechino) e ormai in pianta stabile nella Nazionale Azzurra.

Il videomessaggio di Tommaso Sala

Assente poiché in viaggio dalla Svizzera verso il Trentino dove si allenerà in vista dello slalom di Coppa del Mondo di Madonna di Campiglio, non ha potuto presenziare inviando però un videomessaggio: «Ringrazio il Panathlon Lecco per il premio di cui ne sono molto orgoglioso e fiero. Spero di poter ricambiare con buoni risultati nei prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo».
A ritirare il premio una emozionatissima mamma Laura direttamente dalle mani del questore di Lecco, il dott. Ottavio Aragona, essendo Tommaso atleta delle Fiamme Oro della Polizia di Stato. “Siamo orgogliosi di quanto ha ottenuto suo figlio portando in alto i colori della Polizia di stato - afferma il questore - Non appena sarà libero da impegni lo inviterò personalmente in questura per una visita ufficiale”.

Il Questore  Ottavio Aragona, Laura Mariani Sala, mamma di Tommaso e Andrea Mauri

Alizé Piana

Di contorno, ma non meno importanti, i “Premi Speciali” consegnati dal presidente Andrea Mauri ad altri sportivi lecchesi meritevoli, a cominciare da Alizé Piana,diciannovenne lecchese Campionessa del Mondo Junior Women di Wakeboard.


Già cittadina benemerita del capoluogo, si è collegata in videoconferenza da una clinica di Montpellier in Francia dove è ricoverata per un intervento alle mani ustionate in un terribile incidente d’auto proprio lo scorso anno, che non gli ha però impedito di tonare sull’acqua e di conquistare la vetta del Mondo: «Ringrazio per il premio – ha detto – e non vedo l’ora di tornare ad allenarmi. Questo premio è per me importantissimo perché rappresenta un segno del fatto che dalle cadute si può sempre rialzarsi e tornare più forti di prima. Credo che questo debba essere di spirazione per tutti i ragazzi».

Samuele Leone

È stata poi la volta di un emozionato Samuele Leone, 21 anni di Nibionno, al primo posto del podio al Mondiale di Ciclocross Under 23 in Usa, nel “test event” di Team Realy.

Samuele Leone,

Essendo un evento non ufficiale non c’è stata medaglia ne titolo ma Samuele è entrato comunque nella storia, con il quartetto azzurro, primo vincitore in questa nuova disciplina a squadre (una staffetta). Ciclocross, mountain-bike e strada, il brianzolo è un’atleta poliedrico: «Difficile dire cosa mi piace di più - ha spiegato - Sono ancora giovane e cercherò di far bene in tutte le discipline, certo il ciclocross mi appassiona molto e a partire dall’anno prossimo passerò nella categoria Élite cercando di dimostrare il mio reale valore». In sala, ad applaudirlo anche i genitori, supporto fondamentale e imprescindibile al successo del brianzolo.

Federico Pelizzari

Un premio speciale è andato anche a Federico Pelizzari, 21 anni di Mandello del Lario, atleta Paralimpico di sci alpino (reduce da Pechino 2022) e campione italiano. Anche Federico impegnato dagli allenamenti in Svizzera con la Nazionale Paralimpica azzurra non ha potuto essere presente affidando al papà Claudio il compito di ritirare il premio.

Mauri con Claudio Pelizzari, papà di Federico

Centro Sportivo Culturale Cortenova

Infine la passerella d’onore è toccata al Centro Sportivo Culturale Cortenova, Campione Italiano di corsa campestre del Centro Sportivo Italiano (CSI), titolo conquistato per la sesta volta e a cui si aggiungono tre titoli nazionali di corsa su strada. Una bella storia quella raccontata dal presidente Riccardo Benedetti che ha ricordato anche i giorni della frana del 2002: «Quando nel dicembre del 2002 Cortenova venne travolta da una frana abbiamo temuto per un attimo che tutto finisse lì. Ma siccome siamo nati sotto la Grigna ne abbiamo ereditato la durezza delle rocce e così siamo risorti come associazione insieme alla ricostruzione di quanto distrutto. Questo anche grazie allo sforzo di tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute, l’ultima delle quali ci ha messo a disposizione un campo da calcio in sintetico di nuova generazione».
Oggi il Csc Cortenova conta circa 500 tesserati nelle quattro discipline di cui si occupa: atletica, calcio, pallavolo e ciclismo. A ricevere il premio anche Gianni Selva ed Emanuela Mornico i “motori” della Sezione Atletica del Cortenova.

WhatsApp Image 2022-12-14 at 14.02.14
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2022-12-14 at 14.02.01
Foto 2 di 3
WhatsApp Image 2022-12-14 at 14.01.43
Foto 3 di 3

Insomma una bella serata di sport conclusa dagli auguri del presidente Andrea Mauri che per l’occasione, prima di dare il via alla tradizionalissima lotteria di natale e dopo aver ringraziato tutti i presenti complimentandosi personalmente con i premiati, ha voluto omaggiare ogni donna presente in sala con una coloratissima stella di natale, rigorosamente di colore rosso come simbolo della vicinanza del Panathlon Club Lecco alla lotta contro la Violenza sulle donne.

Luca de Cani

Seguici sui nostri canali