Sport

Lanci d'oro per Federica Dozio agli Italiani Csi di Cles

L'atleta della Virtus Calco da record nel lancio del peso

Lanci d'oro per Federica Dozio agli Italiani Csi di Cles
Sport Meratese, 18 Settembre 2018 ore 09:15

Due ori per Federica Dozio agli Italiani Csi di Cles

Federica Dozio vince nel lancio del disco e del peso

Grandi risultati per Federica Dozio agli Italiani Csi di Cles. L'atleta della Virtus Calco vince il titolo italiano nella prova del lancio del disco categoria Cadette (1 kg) con la misura di 26.15.  Nella stessa giornata conquista anche un bronzo nel giavellotto (400 gr) con un lancio da 34.29 m. Il giorno successivo agguanta anche il secondo titolo italiano nel lancio del peso (3 kg). Il suo miglior lancio da 11.48 m le permette non solo di vincere il Tricolore, ma anche di abbattere il precedente record dei campionati (10.98 m) che resisteva dal 2013.

Argento per la sorella Elisa

Ottimi risultati anche per sua sorella Elisa Dozio (11 anni) e per sua cugina Alessia De Felice (10, categoria Esordienti). Elisa conquista l’argento nel lancio del vortex (con un lancio da 36.37 m), mentre Alessia si posiziona poco dietro, chiudendo in quinta posizione assoluta con un lancio da 31.50 m.Papà Luigi Dozio è appassionato di sport. «Ho giocato a pallavolo - racconta - e sono un ciclista amatore, specie di gran fondo, poi pratico anche la corsa in montagna».

"Il giavellotto il mio preferito"

Federica sarà impegnata il 6-7 ottobre agli Italiani Fidal di Rieti nella categoria cadetti. «Ho iniziato a fare atletica a 10 anni fa - ricorda - seguendo gli allenamenti e le gare di mio fratello. Mi piaceva, così ho deciso di provare anche io. Prima praticavo un po’ tutte le specialità, adesso mi sono appassionata ai lanci». Disco, giavellotto e peso, seguita dal tecnico Roberto Villari. «Quella che preferisco è il giavellotto, ma agli Italiani non ero molto in giornata».  Hai vinto due ori e un bronzo: te lo aspettavi? «Avevo visto le misure di accredito, sapevo comunque di avere avversarie agguerrite». Ora andrai agli Italiani Fidal, sei motivata? «Gli altri lì sono più forti, mi devo allenare ancora. Podio? No, ma posso arrivare nelle finali di giavellotto e peso». I tuoi best? «38 metri nel giavellotto, nel peso 11.65». Che differenze ci sono? «Nel giavellotto se hai forza ma non tecnica non va, nel peso la forza conta un po’ di più».
Fai anche altri sport? «Sì, pallavolo: vedrò in futuro se scegliere solo l’atletica». Che pratica anche tua sorella Elisa. «Sì, lei va forte in tutto: vuole fare le prove multiple». E tuo fratello? «Matteo ha 20 anni e adesso è all’Atletica Lecco, anche se ha iniziato a Calco. Forse ci andrò anche io».