Sport

La Lega Navale Italiana di Mandello vince l'Interlaghina Optimist

La IV edizione del Meeting Internazionale di vela riservato alla classe Optimist con in palio il Trofeo Panathlon International Lecco. La regia della locale Società Canottieri Lecco.

La Lega Navale Italiana di Mandello vince l'Interlaghina Optimist
Sport Lecco e dintorni, 21 Ottobre 2018 ore 23:02

La Lega Navale Italiana di Mandello del Lario (Lecco) ha vinto, nelle acque del Golfo di Lecco, la VI edizione della Interlaghina – Meeting Internazionale di vela riservato alla classe Optimist con in palio il Trofeo Panathlon International Lecco, e con la regia della locale Società Canottieri Lecco.

Il trofeo Interrlaghina a Mandello

Tutto si è deciso nelle ultime tre prove disputate nella giornata di domenica 21 ottobre sfruttando il Tivano (vento da Nord) la mattina e disputando l’ultima prova con la Breva (vento da Sud). Tre sfide molto combattute che hanno messo a dura prova i quasi cento timonieri delle categorie Cadetti (2007/2009) e Juniores (2003/2006).

Detto del successo della Lega Navale di Mandello Lario - che ha preceduto l’Academy Sailing di San Pietroburgo e lo Yacht Club Ascona (Ch) – con la consegna del Trofeo Panathlon Lecco da parte del suo past-president Alfredo Redaelli, entriamo nel dettaglio.

Nella categoria Cadetti il successo è andato allo svizzero Nicolò Carrara (Yc Ascona) che ha preceduto la sorella Shari (prima femmina) per un sol punto, con il terzo posto ad Enea Luatti dell’Aval-Cdv Alto Lario di Gravedona (Co).

Negli Juniores la vittoria è andata al mandellese Achille Ciavatta (Lni Mandello) grazie ad un poker di successi parziali. Alle sue spalle Leonardo Bonelli (Yc Monaco –Montecarlo) e Margherita Bonifaccio (Cv Bellano) prima femmina. Le classifiche dopo 6 prove con la possibilità di scartare la peggiore.

 

La classifica

Cadetti: 1. Nicolò Carrara (Yc Ascona – Ch – 3/5/7/6/2/1 i piazzamenti); 2. Shari Carrara (Yc Ascona – Ch – 7/10/6/1/1/3); 3. Enea Luatti (Aval-Cvd Alto Lario Gravedona – Ita – 8/3/1/2/8/5); 4. Luca Bongiovanni (Lni Mandello – Ita – 2/2/4/ret/5/6); 5. Pietro Cunegatti (Aval – Cvd – Ita – 4/1/2/3/ufd/10); 6. Nikita Chernykn – As San Pietroburgo – Russia – 1/Dsq/3/10/7/2).

Juniores: 1. Achille Ciavatta (Lni Mandello – Ita – 1/1/3/1/6/1); 2. Leonardo Bonelli (Yc Monaco – Pricipato Monaco – 2/12/1/3/8/5); 3. Margherita Bonifaccio (Cv Bella – Ita – Prima donna – 6/4/4/5/2/Dsq); 4.Kirill Shunenkov (As San Pietroburgo – Russia – 8/2/2/6/13/13); 5. Alexander Minibaev - As San Pietroburgo – Russia – 3/27/10/10/1/8); 6. Edoardo Lanzani (Marvelia Dongo – Ita – Ufd/5/7/8/7/6).

Campionato Zonale Optimist

Le ultime tre prove erano valide anche come quinta tappa del Campionato Zonale Optimist (XV Zona). Nella categoria Cadetti il successo è andato a Enea Luatti dell’Aval-Cdv Gravedona e negli Juniores ad Achille Ciavatta della Lni di Mandello. Un premio speciale (una coppa “vintage” messa in palio dallo skipper Eugenio Mellera) è andato al velista Giacomo Anghileri della Canottieri Lecco, quale più giovane lecchese in regata.

Alla premiazione è intervenuto anche l’assessore del Comune di Lecco Roberto Nigriello, il presidente del Comitato di giuria Fiv Angelo Insabato e una rappresentanza del Comitato organizzatore con Giuseppe Banfi e Gaetano Papa in testa.

Leggi anche

Interlaghina 98 giovani timonieri si sfidano nel golfo di Lecco FOTO