Sport
Serie C

Il Lecco riscopre Galli ma non va oltre il pari a Zanica

L'autorevolezza dell'ex Monza salva il pomeriggio dei blucelesti.

Il Lecco riscopre Galli ma non va oltre il pari a Zanica
Sport Lecco e dintorni, 01 Ottobre 2022 ore 16:42

Pari e patta tra blucelesti. La Calcio Lecco esce dall'AlbinoLeffe Stadium con un punto e con qualche rimpianto per una mezz'ora rivedibile nel primo tempo. Il pareggio di Galli dopo circa dieci minuti della ripresa riporta fiducia ma non è seguito dall'affondo decisivo, sebbene la prova offerta dagli uomini di Foschi risulti nell'insieme salvabile. Decisivi i cambi effettuati nell'intervallo a centrocampo, capaci di restituire linfa ad una squadra apparsa in netta difficoltà.

Avvio sprint delle aquile

Ripresentatasi con gli stessi undici dell’affermazione casalinga con il Mantova, la formazione di Foschi mostra i muscoli soltanto in una fase specifica della prima frazione, quella intercorrente tra il 13’ e il 16’; è in essa che si materializzano le uniche scorribande di marca ospite. Nella prima circostanza, l’azione si sviluppa, fortuitamente, da sinistra, con il generoso Pinzauti che s’invola sulla sinistra e cerca di raggiungere i compagni a centro area; il primo tentativo è vanificato dalla difesa locale, il secondo riesce, ed il tiro sporco di Lakti propizia la zampata di Eusepi, murata da un audace Pagno; dopodiché è Pinzauti a cogliere l’esterno della rete. Pochi istanti più tardi, è nuovamente l’ex Pistoiese a ispirare una trama di gioco dei suoi, smarcando con un pregevole tacco Zambataro, la cui battuta di sinistro, alla ricerca del secondo palo, si perde a lato.

I blucelesti locali rispondono a tono e il Lecco barcolla

Con il tentativo dell’italo-etiope, però, cala già il sipario sul primo tempo del Lecco. L’Albinoleffe si propone, potendo vantare dalla sua un rapido e intraprendente Gusu, oltre ad una coppia d’attacco Cocco-Manconi a cui l’esperienza certo non manca. Il primo spunto proviene dal classe 2003 Doumbia, che addomestica un pallone respinto con difficoltà dalla retroguardia bluceleste e colpisce verso la porta, scaldando i guantoni di un agile Melgrati. Si è comunque alle prove generali del vantaggio: dieci minuti più tardi, con la squadra di Foschi in affanno, Manconi riceve da un compagno, punta Zambataro e rientra sul destro, battendo l’estremo difensore ospite. La parte restante del primo tempo risulta tutta in salita. Il Lecco smarrisce le poche certezze acquisite durante il primo tempo e si consegna all’AlbinoLeffe, il cui vantaggio equivale all’iniezione di fiducia di cui ancora si era alla ricerca. Occorre un portentoso Melgrati per evitare che la situazione precipiti in finale di tempo; Gelli calcia una punizione da manuale dal limite dell’area ma il numero uno delle aquile vola all’incrocio e compie un intervento da applausi. Sospiro di sollievo, al fischio dell’arbitro. Foschi e Malgrati, consci della zoppicante mezz’ora della squadra, ridisegnano il centrocampo, con gli ingressi di Galli e Girelli al posto di Maldonado e Zuccon.

Galli fa cantare il popolo bluceleste

La doppia mossa sortisce effetti. Basta un’azione manovrata per mandare in apprensione la difesa locale: Giudici converge sul sinistro e mette in mezzo, sulla respinta corta si avventa proprio Galli, che ruba il tempo con decisione a Doumbia e colpisce d’esterno, gonfiando la rete. Magistrale. La nutrita schiera di tifosi ospiti esulta e il Lecco riprende vigore. L’AlbinoLeffe è però ancora vivo e si ripropone tramite l’assistenza del subentrato Brentan a Cocco, che si gira e calcia, trovando la pronta risposta di Melgrati. Sul fronte opposto, gli ospiti affollano l’area di rigore e mandano al cross Lakti da ottima posizione ma la rasoiata attraversa tutta l’area senza colpo ferire. Il rischio beffa è sempre dietro l’angolo: corner dei padroni di casa, tutto solo Piccoli ha tempo per mirare e calciare: il pubblico lecchese trema ma la palla sorvola la traversa. A questo punto, le due compagini paiono voler tirare il freno. I minuti scorrono, i ritmi si abbassano e la gara si trascina verso il pari, concretizzatosi a fine gara senza nel frattempo squilli degni di nota.

 

Il tabellino di AlbinoLeffe - Lecco

ALBINOLEFFE – LECCO 1-1

RETI: 28’ Manconi (A), 12’ st Galli (L)

ALBINOLEFFE (3-5-2): Pagno; Milesi, Marchetti, Saltarelli; Gusu (30’ st Ntube), Doumbia (16’ st Brentan), Gelli F., Piccoli, Tomaselli; Cocco (41’ st Zoma), Manconi. A disp. Pratelli, Facchetti, Muzio, Concas, Rosso, Borghini, Genevier, Toma. All. Biava.

LECCO (3-5-2): Melgrati; Celjak, Battistini, Enrici; Zambataro, Lakti (44’ st Ilari), Maldonado (1’ st Galli), Zuccon (1’ st Girelli), Giudici; Pinzauti (30’ st Buso), Eusepi (16’ st Mangni). A disp. Stucchi, Maffi, Maldini, Sangalli, Pecorini, Scapuzzi, Stanga, Rossi, Lepore. All. Foschi.

ARBITRO: Canci di Carrara.

AMMONITI: Eusepi (L), Battistini (L), Gusu (A), Saltarelli (A), Giudici (L)

Seguici sui nostri canali