Sport
Doppio appuntamento a Premana

Giir di Mont 2022, torna in versione allargata la storica corsa

Presentata alla Cascina Don Guanella a Valmadrera la XXVIII edizione della storica competizione montana. Sarà la prima delle tappe italiane della Valsir Mountain Running World Cup 2022 e con la Giir Di Mont Uphill si decreterà il campione italiano assoluto per il Campionati italiani di Corsa in Montagna.

Giir di Mont 2022, torna in versione allargata la storica corsa
Sport Valsassina, 02 Luglio 2022 ore 20:27

Si è tenuta venerdì sera, 1 luglio 2022,  nella cornice della Cascina Don Guanella di Valmadrera,  la presentazione dell’edizione 2022 della Giir di Mont, storica gara di corsa in montagna che dopo due anni di sospensione torna in versione allargata. Saranno infatti due le giornate di competizione che occuperanno il weekend del 30 e 31 luglio. Inoltre il Giir di Mont sarà inserito come tappa per la Valsir World Mountain Running Cup 2022, mentre alla gara di domenica, valevole per il Campionato Italiano di corsa in montagna, sarà aggiudicato un valore decisivo per l’assegnazione dei titoli assoluti. Gli organizzatori si aspettano per questo una competizione ad altissimo livello di levatura nazionale ed internazionale.

Giir di Mont: 32 km e 2400mt di dislivello positivo

Ci saranno i migliori atleti internazionali di mountain running alla Giir di Mont 2022 che rappresenterà la prima delle tre tappe italiane della Valsir World Mountain Running Cup 2022, corsa di caratura mondiale e appuntamento imperdibile per le qualificazioni ai Mondiali di corsa in montagna e trail running in Thailandia previsti per fine novembre. La data da segnare sul calendario è domenica 31 luglio, partendo dalla piazza di Premana e andando ad attraversare tutti i famosi “mont” i corridori dovranno affrontare 32 km di ardui saliscendi con un dislivello positivo totale che si attesterà sui 2400mt (la Bocchetta di Larecc a 2063 m di quota rappresenta il punto più alto toccato dalla corsa). La World Cup proseguirà poi il suo percorso con altre due tappe italiane arrivando a Casto, nel Bresciano, e a Chiavenna, tra quest’ultime e quella valsassinese sono in programma in Italia 5 delle 13 tappe a livello mondiale.

Sabato 30 si corre la Giir di Mont – Uphill

Saranno invece 9 i chilometri in cui i runners del Campionato Italiano di corsa in Montagna si giocheranno il titolo italiano, tutto su un percorso speciale costruito ad hoc per la specialità di “sola salita”: circa mille metri di dislivello positivo partendo dalla località Giabbio fino a salire ai piedi delle baite dell’Alpe Solino (1618m). Fra gli attesi Cesare Maestri, fresco della vittoria di only up agli europei alle isole Canarie.

Gli organizzatori: “Una festa di tutti gli alpeggi e di tutta Premana”

Una competizione sentitissima a Premana e nel territorio che ogni anno oltre ai runners accoglie un gran numero di tifosi che accorrono a supportare gli atleti, tanto da essere nota ai corridori per il calore e l’accoglienza che il pubblico riesce a trasmettere. Un lavoro di coesione tra istituzioni, privati e cittadini con la volontà di valorizzare le specificità della Valsassina: “Una festa di tutti gli alpeggi e di tutta Premana - affermano gli organizzatori - e serve a fare conoscere questi splendidi paesaggi da vivere”.

"Giir di Mont - Oltre la corsa”

La passione e la dedizione al mountain running e alla montagna è stata coltivata anche durante il periodo del lockdown, ne è l’esempio un libro scritto da colui che più di tutti ha contribuito alla crescita e allo sviluppo dell’iniziativa, Filippo Fazzini “Giir di Mont - Oltre la corsa”, in cui racconta la nascita di questo progetto sportivo nel 1961, poi cresciuto fino a diventare una delle gare più rinomate del panorama delle skyrace. Il progetto editoriale porta con sé un importante fine benefico in collaborazione con il progetto Run2gether, che gli organizzatori sostengono da anni. Run2gether permette infatti di aiutare bambini in Kenia affinché studino, si allenino e possano frequentare gare internazionali, di cui un esempio è proprio la bravissima keniana Lucy Murigi, atleta del Team Run2gether, che nel 2017 ha vinto il Campionato del Mondo di Corsa in Montagna proprio sui sentieri premanesi.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter