Domani la partenza del Monza Rally Show 2019: in pista il lecchese Bonanomi VIDEO

Tanti i piloti in pista. Ci sarà anche Marco Bonanomi: con lui lo scorso anno avevamo fatto un giro di pista da brivido.

Brianza, 05 Dicembre 2019 ore 16:09

Domani la partenza del Monza Rally Show 2019… senza Valentino Rossi, ma con il “nostro Marco Bonanomi. The Doctor, ovvero il campione della Moto Gp è  impegnato in pista ad Abu Dhabi. 

Domani la partenza del Monza Rally Show… senza Valentino Rossi

Dal 6 all’8 dicembre torna al Monza Eni Circuit l’immancabile appuntamento con le vetture da rally. Il Monza Rally Show è un evento unico nel suo genere anche se quast’anno, come  annunciato in estate, perderà una delle sue figure di riferimento, Valentino Rossi.

Il campione della Moto Gp, per 15 anni quasi sempre presente all’appuntamento monzese, quest’anno non ci sarà perché impegnato in pista ad Abu Dhabi alla “12 Ore del Golfo”.

Un’edizione con tanti eventi e iniziative

Lo spettacolo su strada delle vetture da rally prosegue comunque. Quest’anno arricchito da eventi e iniziative nel paddock che portano in Autodromo più di 58.000 spettatori. Un pubblico appassionato che continua a crescere grazie alla partecipazione nelle gare non solo di piloti

da rally ma anche di biker e driver di altre categorie. Il Monza Rally Show è un appuntamento ormai classico nel panorama motoristico: tre giorni di passioni e adrenalina nel Tempio della Velocità.

Ieri le prime libere in pista

Nel pomeriggio di ieri, la pista stradale è stata infatti utilizzata per le prove libere. Un appuntamento importante soprattutto per i piloti che non hanno mai corso nel Tempio della Velocità e quindi affrontano per la prima volta le varianti del Monza Rally Show. Tra di loro anche il campione rally britannico junior Josh McErlean: “È bellissimo essere a Monza. Il Monza Rally Show è una gara spettacolare e conosciuta in tutto il mondo. Non vedo l’ora di iniziare e correre per tutti gli spettatori”. McErlean guida una Hyundai i20 NG, navigato da Keaton Williams.

Piero Longhi, due volte campione italiano, conosce invece a fondo le prove del rally monzese perché ha all’attivo sedici partecipazioni. Quest’anno porta in pista una Volkswagen Polo, navigata da Gianmaria Santini. Longhi spiega: “In questa edizione corriamo tutti con le R5 quindi avremo auto simili e non ci saranno divari importanti tra i concorrenti. Sulla carta, ci sono molti piloti che possono puntare in alto. Tra il primo e il terzo, ci sarà poca differenza di secondi”.

Le vetture iscritte alla gara

Le vetture iscritte alla categoria R5, che corrono per la vittoria assoluta, sono cinquantanove. La coppa WRC 1.6 Trophy, riservata alle vetture rally che hanno corso il mondiale dal 2011 al 2016, sarà contesa da cinque partecipanti. Infine, diciotto iscritti (in quattro raggruppamenti diversi) si scontreranno per il Monza Rally Show Historic.

I piloti

Tra i partecipanti nella classe regina, troviamo i tre piloti ufficiali del Hyundai Shell Mobis World Rally Team: Dani Sordo, Andreas Mikkelsen e Craig Breen. Gli italiani sono ben rappresentati, tra gli altri, da Damiano De Tommaso, Alessandro Re, Andrea Crugnola, Andrea Nucita. Luca Rossetti, su Citroen C3, sarà navigato in gara da Nicolò Gonnella che sostituisce Eleonora Mori, ferma per un problema personale. Spiega Rossetti: “Da pilota, questo Monza Rally Show sarà stimolante perché mi permetterà di confrontarmi con tre piloti del mondiale. Sarà una battaglia divertentissima perché guideremo tutti delle R5”.

In pista anche Bonanomi e tanti altri

Potrebbero essere i pistaioli a dare del filo da torcere ai rallisti. Molti specialisti della velocità hanno infatti deciso di mettersi alla prova con le Prove Speciali del Monza Eni Circuit. Si tratta, tra i più noti, di Raffaele Marciello, Davide Valsecchi, Luca Salvadori e Marco Bonanomi con cui lo scorso anno avevamo fatto un giro di pista.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia