Menu
Cerca
Istruzione

Scuole paritarie e famiglie fanno fronte comune per chiedere aiuti allo Stato

Lanciata la petizione "Io ci sto" che propone, fra le altre cose, la detraibilità delle rette nel corso del 2020

Scuole paritarie e famiglie fanno fronte comune per chiedere aiuti allo Stato
Scuola Lecco e dintorni, 25 Aprile 2020 ore 16:24

Le scuole paritarie cattoliche e di ispirazione cristiana della zona di Lecco, Como e Monza-Brianza invitano i genitori a chiedere con forza “che il Governo non ignori questa realtà di cittadini che vogliono vedere riconosciuto il diritto ad educare” Questo appoggiando  la petizione “Io ci sto”.

Le scuole paritarie chiedono aiuti di Stato

Tre i punti contenuti nella lettera che i genitori e chiunque lo desideri sono invitati a firmare e inviare direttamente a due indirizzi: presidente@pec.governo.it (Ufficio del Presidente, comprensivo della Segreteria particolare) e ufficio_stampa@governo.it (Ufficio stampa e del portavoce).

Detraibilità delle rette, un fondo straordinario e azzeramento delle imposte

Innanzitutto si chiede la detraibilità integrale delle rette pagate dalle famiglie per la frequenza scolastica e per i servizi educativi nelle scuole paritarie nel corso del 2020. In secondo luogo l’istituzione di un fondo straordinario adeguatamente finanziato per l’erogazione di contributi aggiuntivi alle scuole paritarie per l’anno scolastico 2019/2020, a tutela dei propri dipendenti e del servizio svolto alle famiglie in aggiunta ai 500 milioni già insufficienti. Infine l’azzeramento delle imposte (ires, irap) e i tributi locali nel 2020, per tutte le realtà educative e scolastiche no profit.

Proposte al Cura Italia

“Questa iniziativa si somma alle altre già promosse in queste difficili settimane” fanno sapere le scuole. “In particolare le scuole paritarie, attraverso diverse Associazioni di rappresentanza (CdO, AGESC, CIOFS Scuola, CNOS scuola, FAES, FISM, FIDAE) avevano fatto pervenire, a seguito del Decreto Cura Italia, proposte precise al governo con ben 7 emendamenti al DL 18/2020 Cura Italia, che oltre ai punti ripresi anche nella lettera ‘io ci sto’, chiedevano in aggiunta l’accesso ai fondi previsti per le ‘Piattaforme didattiche a distanza’ anche per le scuole paritarie”.

“Insieme, scuole e famiglie, sono oggi più unite che mai nell’impegno di salvaguardare il diritto dei genitori, sancito dalla Costituzione Italiana, di educare ed istruire i propri figli in un sistema di offerte formative ed educative plurale come attuato in tutti i paesi europei” concludono le scuole.

Dieci scuole del Lecchese

All’iniziativa aderiscono dieci istituti del nostro territorio:

  • Istituto S. Vincenzo – Erba E Albese Con Cassano
  • Liceo Linguistico Europeo G. Parini – Barzano’
  • Istituto Santa Marta – Cantu’
  • Scuola San Carlo Borromeo – Inverigo
  • Collegio Arcivescovile Alessandro Volta – Lecco
  • Istituto Maria Ausiliatrice – Lecco
  • Scuole Primaria “Pietro Scola” – Sec.I Grado “Massimiliano Kolbe” – Liceo “G.Leopardi” – Lecco
  • Scuola La Traccia – Missaglia
  • Campus Molinatto – Oggiono
  • Istituto Cuore Immacolato Di Maria – Valmadrera 

Il testo della petizione

Io ci sto