La rubrica

Eventi da non perdere

Ecco alcuni interessanti appuntamenti tra arte e gastronomia per organizzare una gita fuori porta o un week end di svago.

Eventi da non perdere
Turismo 27 Ottobre 2021 ore 12:52

La Rovereto di Fortunato Depero e la mostra al Mart

Il prossimo 6 novembre, a Rovereto (TN), si può passeggiare sulle orme di Fortunato Depero dalla casa museo fino a piazza Rosmini. La visita guidata introduce alla figura istrionica dell’artista poliedrico, roveretano d’adozione, partendo dagli spazi espositivi della Casa d’Arte Futurista Depero, espressione delle numerose discipline artistiche nelle quali si è cimentato. La visita prosegue verso via Rialto con un focus sulle prime esperienze artistiche deperiane. Conclusione del percorso in piazza Rosmini, dove Depero, giovanissimo, espose le sue prime opere. Il tutto, per chi vuole, può proseguire al Mart di Rovereto dov’è in corso, fino al 13 febbraio 2022, la mostra “Depero new Depero”, un viaggio intenso nella creatività di questo artista poliedrico, annoverato tra i più importanti esponenti dell’arte futurista.
Per prenotare la visita guidata, info@visitrovereto.it; per la mostra al Mart, numero verde 800397760, info@mart.tn.it.

A Savigno-Valsamoggia (BO) torna Tartófla

Ritorna Tartófla, il Festival internazionale del tartufo bianco di Savigno, giunto alla 38esima edizione. Un evento imperdibile per gli amanti del profumo e dell’aroma di questa pregiata tipologia di tartufo che nasce nei boschi di questa fortunata porzione dell’Appennino bolognese. Il centro storico del paese si trasforma in un incantevole scenario dove sarà possibile visitare la mostra mercato del tartufo con gli espositori locali e nazionali, con la possibilità, per gli amanti del trekking, di affrontare straordinari itinerari.
Per informazioni: tel. 0516702711.

Fino al 14 novembre a Gualtieri (RE), la mostra “Ligabue, la figura ritrovata”

Ancora pochi giorni per visitare “Ligabue, la figura ritrovata”. La mostra, in corso nel bellissimo Palazzo Bentivoglio di Gualtieri (RE), si chiuderà il 14 novembre. Si tratta di una rassegna particolare che propone un inedito dialogo tra il segno di Antonio Ligabue e quello di undici artisti contemporanei che operano, prevalentemente, in ambito figurativo: Evita Andùjar, Mirko Baricchi, Elisa Bertaglia, Marco Grassi, Fabio Lombardi, Juan Eugenio Ochoa, Michele Parisi, Ettore Pinelli, Maurizio Pometti, Giorgio Tentolini e Marika Vicari. La mostra comprende sedici dipinti di Antonio Ligabue, molti dei quali non esposti negli ultimi anni, e una trentina di opere realizzate dagli artisti invitati, la maggior parte delle quali inedite.
Per informazioni: tel. 0522221853 / 3492348333 - info@museo-ligabue.itwww.museo-ligabue.it.

La notizia originale “Eventi da non perdere” sul sito newsprima.it