Idee & Consigli

Spurgo pozzi neri, come si effettua l'intervento?

Spurgo pozzi neri, come si effettua l'intervento?
Idee & Consigli 09 Dicembre 2022 ore 07:45

In molte regioni d’Italia, come anche in provincia di Lombardia, le case di molte famiglie si trovano in posizioni isolate dalle altre abitazioni. Questa collocazione distante dal centro abitato, comporta che le case non siano allacciate alla rete fognaria.

Stiamo parlando di abitazioni di campagna che, per raccogliere i propri rifiuti e far defluire liquami e scarti fognari, devono utilizzare pozzi neri e fosse biologiche scavati nel terreno circostante. Lo spurgo pozzi neri, per queste abitazioni, diventa spesso necessario per non andare incontro a problemi di precarietà sanitaria. Se vivete in provincia di Monza e della Brianza in Lombardia, potreste quindi trovare utili queste informazioni riguardo un efficiente intervento spurgo pozzi neri a Lesmo.

Cose da sapere prima di chiedere un servizio di spurgo pozzi neri

Quando il pozzo nero è saturo di liquami, è fondamentale svuotarlo con la massima cautela attraverso pompe aspiratrici collegate a cisterne in grado di trasportare gli scarti aspirati. Eseguire operazioni di svuotamento e spurgo pozzi neri da soli non è solo complicato ma anche pericoloso, ecco perché ci si affida a società specializzate in spurgo pozzi neri.

Ma cos’è esattamente un pozzo nero?

Possiamo dire che il pozzo nero è un capiente serbatoio collocato nel terreno a qualche metro sotto il suolo dell’abitazione. Il pozzo nero viene costruito in fase di progettazione dell’abitazione, per raccogliere i liquami e le acque nere delle case non collegate alla rete fognaria. Quindi ci stiamo riferendo a case di campagna che sono state costruite lontano dal centro abitato. Il pozzo nero si differenzia dalla fossa biologica perché possiede un unico condotto che serve per far affluire al suo interno i liquami.

La fossa biologica, infatti, ha un secondo condotto detto condotto di deflusso che serve a far scorrere i liquami nella fossa comunale. Il pozzo nero, quindi, non svuotandosi da solo, ha necessità di essere svuotato una volta che è colmo di liquami e acque nere. Queste operazioni di spurgo pozzi neri sono eseguite da ditte specializzate che utilizzano macchinari adatti allo scopo e sono gestite da personale altamente qualificato in grado di affrontare qualsiasi emergenza dovesse verificarsi durante le operazioni di spurgo pozzi neri.

Come si effettua lo spurgo pozzi neri

Ogni sei mesi circa, soprattutto in base a quante persone vivono nella casa, il pozzo nero connesso all’abitazione andrebbe svuotato e ripulito dei liquami contenuti al suo interno. Come detto, lo spurgo pozzi neri deve essere effettuato da personale altamente specializzato in grado di manovrare i giusti strumenti per effettuare la pulizia.

I liquami che si trovano nei pozzi neri, infatti, devono essere estratti con appositi strumenti per l’aspirazione. Una volte svuotato il pozzo nero, le sue pareti interne a tenuta stagna vanno ripulite con la massima attenzione utilizzando delle pompe che sparano dei getti d’acqua ad alta pressione. Una volta che lo spurgo pozzi neri è completato, le attività non sono finite, infatti è necessario eliminare i liquami estratti secondo precise regole che tutelano l’ambiente e la salute dell’uomo.

Per nessuna ragione al mondo, infatti, si deve permettere che i liquami che dal pozzo nero sono passati nella cisterna dello spurgo, si disperdano nell’ambiente. Se accadesse si andrebbe incontro a gravi disagi per il terreno e per la salute degli abitanti della casa. Potrebbero proliferare topi. Si potrebbe inquinare la falda acquifera. Potrebbe verificarsi un’invasione di zanzare che renderebbe necessario un massiccio intervento di disinfestazione.

Cosa fare con i liquami dopo lo spurgo pozzi neri

Dopo che le operazioni di spurgo pozzi neri sono finalmente completate, è necessario trasportare gli scarti e i liquami aspirati dal pozzo nero in apposite aree di smaltimento. Ecco perché un cittadino privato, proprietario di una casa non collegata alla rete fognaria, non potrebbe mai occuparsi di operazioni di spurgo pozzi neri senza richiedere l’intervento di una ditta specializzata.

Lo spurgo va effettuato con appositi strumenti, ma soprattutto bisogna smaltire le acque nere nel modo corretto affinché non abbiano un impatto nocivo sull’ambiente.

Le acque nere aspirate dai pozzi neri, quindi, devono essere trasportate con la massima attenzione nella più vicina area di smaltimento e questa operazione va eseguita con appositi macchinari, delle vere e proprie cisterne su ruote a tenuta stagna che garantiscono un trasporto dei liquami in massima sicurezza, senza dispersione di materiale inquinante.

 

Seguici sui nostri canali