Idee & Consigli

Prestiti personali online veloci ed economici: come ottenerli

Prestiti personali online veloci ed economici: come ottenerli
Idee & Consigli 23 Settembre 2022 ore 07:00

Su internet è possibile richiedere numerosi prodotti e servizi, fra cui quelli finanziari. La richiesta di un prestito personale non è mai stata così veloce ed intuitiva. Ecco cosa c’è da sapere

Per poter ottenere un finanziamento online tramite istituti di credito o finanziaria è necessario solo una connessione ad Internet, un po’ di calma a disposizione e un buon comparatore come Matchbanker.it. Le tempistiche attraverso le quali un soggetto può ottenere del credito sono molto brevi nel caso la richiesta venga fatta online: ventiquattro o al massimo quarantott’ore. 

È giusto considerare anche il tasso di interesse, il quale risulta essere molto vantaggioso se la richiesta per ottenere il prestito avviene online. Oltre ciò, non è da escludere la presenza di personale qualificato in grado di assistere il soggetto interessato lungo tutto il percorso per ottenere la forma di finanziamento migliore.

Piano di rateizzazione: come viene stabilito?

Ciò che caratterizza un prestito, oltre che il creditore (istituto di credito o finanziaria) e il debitore (soggetto interessato), è senz’alcun dubbio l’estensione del pagamento nel tempo. Saper scegliere Il piano di rateizzazione, infatti, è fondamentale affinché la richiesta del prestito non diventi col passare del tempo un peso. Solitamente, la dilazione delle rate va dai dodici mesi ai centoventi, ma il piano di pagamento può essere anche estendibile nel tempo o sospeso per un certo lasso di tempo.

Prestito finalizzato e non finalizzato: cosa cambia?

Un prestito finalizzato corrisponde alla necessità da parte del soggetto richiedente di motivare la volontà di ottenere il prestito. Le motivazioni possono essere di varia natura, dalla pianificazione di un viaggio a quella di un matrimonio e così via. Un prestito non finalizzato, invece, non necessita di alcuna motivazione specifica in quanto non fondamentale per l’accettazione della richiesta da parte della finanziaria o istituto di credito.

Tasso d’interesse: cos’è e come funziona

Il tasso di interesse equivale alla percentuale dell’interesse su un determinato prestito e quindi all’importo della remunerazione che spetta all’istituto di credito che ha finanziato il prestito. Il debitore, ovvero colui che richiede il credito, dovrà quindi impegnarsi a pagare una somma di denaro superiore a quella richiesta inizialmente. Il tasso di interesse si basa su due statistiche specifiche, ovvero il TAN ed il TAEG.

 Il TAN è l’acronimo di Tasso Annuo Nominale ed è una stima che tiene conto degli interessi dovuti su un prestito in un anno. Il TAEG invece racchiude tutte le spese del prestito, tra cui commissioni, spese d’istruttoria, assicurazioni ecc. La differenza principale tra TAN e TAEG è semplicemente che il TAN è meno illustrativo del quadro completo finanziario del soggetto rispetto al TAEG o anche denominato ISC (Indice sintetico di costo)

Cosa serve per richiedere un prestito online?

La documentazione per richiedere un finanziamento si divide in due tipi: fiscale e reddituale. La documentazione fiscale include dati inerenti l’età, il domicilio e la cittadinanza o permesso di soggiorno.

Per quanto riguarda la documentazione reddituale, invece, è necessario le ultime buste paga in caso di lavoratori dipendenti, la dichiarazione dei redditi in caso di partite IVA o liberi professionisti, il CUD in caso di pensionati.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter