Idee & Consigli
consigli per l'estate

Dal lago al mare: come cambia il turismo delle piccole isole

Dal lago al mare: come cambia il turismo delle piccole isole
Idee & Consigli 16 Maggio 2022 ore 12:18

Seppur visitando questi luoghi l'asticina dello stupore raggiunge gli stessi altissimi livelli, le isole italiane che si affacciano sul mare si differenziano, dal punto di vista turistico, da quelle che affiorano leggere sulle acque lacustri. Il loro fascino è infatti differente, così come le esperienze e i paesaggi che possono offrire ai visitatori. Tutti questi elementi diversi tra loro, talvolta quasi opposti, fanno sì che anche la tipologia di turista in visita in questi luoghi sia disparata.

Ne sono l'esempio le Isole Borromee sul Lago Maggiore e le isole del mare del Salento.

Il Turismo Esperienziale-Culturale delle Isole Borromee

Sul Lago Maggiore l'arcipelago delle Isole Borromee è un concentrato di storia e cultura, oltre che di bellezza. Prende il suo nome dalla nobile famiglia dei Borromeo, i quali proprio qui iniziarono a costruire sontuose dimore e meravigliosi giardini.

Tutte e tre le isole (Isola Madre, Isola Bella e Isola dei Pescatori) sono visitabili da marzo a ottobre, e solo una, l’Isola dei Pescatori, è abitata (le altre sono destinate esclusivamente al turismo).

Qui, oltre alle meraviglie architettoniche, sono i paesaggi particolari, l'atmosfera magica e l'incanto del lago a fare la vacanza. Chi sceglie questi luoghi, sceglie una vacanza prettamente lenta, rilassante e romantica, adatta proprio a turisti di tutte le età. 

Le esperienze che queste splendide isole del Lago Maggiore possono offrire sono per lo più legate all'aspetto culturale. I turisti, numerosissimi, che ogni anno scelgono queste mete per le loro gite fuori porta, restano ammaliati dall'atmosfera aristocratica che veleggia su questi luoghi. 

A Isola Bella e a Isola Madre, il viaggiatore tipo resta affascinato dalla visita dei barocchi Palazzi Borromeo e dagli incantevoli giardini all'italiana e all'inglese che li circondano, ricchi di tulipani, rose, frutteti e fiori di ogni tipo, e abitati da stupendi pavoni bianchi e fagiani argento e oro che svolazzano in tutta libertà nel verde.

Dopo aver passeggiato tra i romantici giardini e aver visitato i Palazzi nobiliari, la maggior parte dei turisti trascorre il proprio tempo tra i bar e i negozietti di Isola dei Pescatori, un piccolo centro abitato dalle viuzze strette e caratteristiche, e dal belvedere alberato sul lago davvero poetico, attrazione principale del posto.

Le Isole Borromee sono quindi una destinazione suggestiva perfetta per chi viaggia in famiglia e in coppia o per chi ama particolarmente i viaggi culturali.

Il Turismo Esperienziale-Naturalistico delle Isole del Salento

Alla cultura, al romanticismo dei giardini e all'incanto del lago, le isole del Salento rispondono con la natura, l'avventura e tanto mare.

Le isole salentine sono tra le destinazioni più gettonate di chi ama viaggiare nella natura e, soprattutto, a stretto contatto con l'autenticità dei luoghi.

Il viaggiatore che giunge qui predilige l’ambiente profumato della macchia mediterranea, i litorali sabbiosi delle coste salentine e i fondali pieni di vita, come quelli dell'Isola dei Conigli (o Isola Grande) all'interno dell'Area Marina protetta di Porto Cesareo. Affidandosi a tour operator del territorio e piattaforme come Barbarhouse, sarà possibile prenotare vacanze nel luogo più comodo per tutte le escursioni che una terra ricca come il Salento offre.

Isola dei Conigli insieme agli altri lembi di terra qui presenti, come Isola delle Pazze o Isola della Malva, infatti, sono mete desiderate dai turisti più avventurosi che vogliono sperimentare l'emozione di raggiungere un’isola a nuoto. Infatti, per la loro vicinanza alla terra ferma e grazie ai loro fondali non molto profondi, sono facilmente raggiungibili nuotando.

Per i meno temerari e per coloro che preferiscono la comodità, è sempre possibile affittare un pedalò, noleggiare una piccola imbarcazione a motore, optare per tour in barca alla scoperta di tutte le meraviglie naturali del luogo o ancora "cercare un passaggio" tra i pescatori della zona.

Le esperienze proposte da queste isole hanno inevitabilmente a che fare con il mare. Le acque della costa salentina sono perfette per praticare snorkeling - vista la copiosità della vita presente nei fondali nei quali si possono avvistare variegate specie di pesci e persino tartarughe marine -, ma anche per rilassanti escursioni in barca o avventurosi tour in canoa e in kayak.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter