Crescono le linee veloci, trend positivi per FTTC e FTTH

Sempre più italiani scelgono una linea fissa casalinga con connessione a banda larga o ultra larga

Crescono le linee veloci, trend positivi per FTTC e FTTH
Idee & Consigli 09 Novembre 2020 ore 11:19

In Italia crescono le linee veloci. Se la realizzazione del piano BUL (Banda Ultra Larga) procede a rilento, lo stesso non si può dire per l’espansione di sistemi di connettività casalinghi che garantiscono un segnale più stabile e veloce. La banda larga e quella ultra larga entrano dunque nelle nostre case con la linea fissa. Si registra infatti una crescita delle utenze FTTH e FTTC. A cedere terreno sono ovviamente le tradizionali connessioni in rame.

Crescono le linee veloci

Prendiamo in considerazione i dati riportati nell’Osservatorio sulle comunicazioni AGCOM. Il trend del secondo trimestre 2020 conferma quanto detto in precedenza. Le connessioni in rame sono quasi il 3% (2,9% per l’esattezza) in meno rispetto a quante fossero nel trimestre gennaio-febbraio-marzo. Che cosa è cambiato? Il 2,1% delle connessioni è passato ad una rete FTTC, mente lo 0,6% ad una FTTH. Lo 0,2% ha invece optato per una connessione FWA. Allarghiamo il campo: nell’ultimo anno la crescita delle reti veloci ha fatto un registrare un bel +10,2%. Nel dettaglio si nota come le reti FTTC siano aumentate del 7% nel periodo compreso fra giugno 2019 e giugno 2020.

La transizione verso la fibra ottica

Nel mese di giugno 2020 quasi una linea di casa su due poteva contare su una rete con velocità superiore a 100 Mbps. Le reti con velocità fino a 30 Mbps erano invece complessivamente il 35,5%. L’importanza della transizione dalle linee in rame alla fibra ottica è capitale. In primis come detto aumenta la velocità della navigazione, ma allo stesso tempo si ha anche un incremento della sua qualità. Due fattori chiave in virtù della società, sempre più digitale, che stiamo vivendo. Fra gli operatori OLO (Other Licensed Operators) Vodafone si conferma al primo posto per quanto riguarda i mercati FTTH (+25,6%) e FTTC (+21,3%). La sua quota di mercato complessiva è cresciuta dello 0,9% negli ultimi dodici mesi e ora una linea su quattro a banda larga e ultralarga è Vodafone.

Il bonus PC e internet Vodafone

Esistono incentivi per favorire il passaggio dalla rete in rame alle FTTH o FTTC. Si tratta del bonus PC e internet Vodafone, utile per chiedere l’upgrade del sistema di connessione, riservato alle famiglie meno abbienti, con un ISEE fino a 20mila euro. Attenzione, sono due gli interventi previsti: il primo è un bonus di 300 euro da utilizzare per le spese di attivazione e i canoni per l’abbonamento di rete fissa. Il secondo consiste invece in 200 euro per comprare un tablet o un computer. Per richiedere il voucher serve compilare il modulo disponibile sul sito Vodafone. Successivamente si verrà contattati da un consulente, il quale mostrerà il funzionamento del bonus. E in parallelo fornirà le indicazioni necessario per scegliere la migliore soluzione per la connettività famigliare.